Navigate / search

Mormorio di fate

Ieri sera sono stata a Stregonia , un piccolo spazio qui a Roma dedicato all’esoterismo con tanto di maghi,cartomanti,chiromanti,pranoterapeuti….C’erano un bel po’ di persone , credo così distribuite: i curiosi, gli scettici, gli illusi. Io sono finita da una tale Dominique ,sedicente cartomante -chiromante-sensitiva-medium a richiesta credo pure rabdomante e diserbante per i casi più ostinati di abitazioni infestate da spiriti…che poi secondo me a dispetto del nome esotico si chiamava Domenica Lamazza e veniva da Pizzo Calabro…Insomma, questa Domenique aveva una stazza alla Platinette tanto che credo riesca a fare la lievitazione del tavolo con la sola forza del dito mignolo (ma si mormora che dopo aver mangiato pesante vi riesca anche solo tramite spostamenti d’aria intestinale..)e vi giuro, una voce così caveronosa che appena mi sono seduta e mi ha chiesto per quale domanda desiderassi risposta, la prima cosa che mi è venuta in mente è : ma sei un uomo o una donna? Fatto sta che doveva interrogare tarocchi e arcani e invece interrogava me..che lavoro fai? Sei fidanzata? Hai entrambi i genitori? Devi fare un lavoro adesso? Insomma, dopo cinque minuti mi chiedevo se fosse della CIA vera e propria e non un membro della Cia C-artomanti I-taliani A-ssociati. Bah. Ho parlato così tanto che alla fine ‘sti 15 euro non era ben chiaro se dovessi darli io a lei o lei a me, comunque qualcosa mi ha detto. “hai un’amica di cui non ti devi fidare” , “devi essere più tenace”, “hai alti e bassi” , “una volta hai avuto qualche piccola infiammazione (!) “…insomma, ha snocciolato tutta la fiera delle banalità buone per tutti che ci mancava solo mi dicesse “chiusa una porta s’apre un portone” e “le cose brutte l’essenziale è che uno le possa raccontare” e la lista era completa. C’era la fila per parlare con Dominique. Tant’è che ho proposto a Pupa di investire un anno della nostra vita a fregare la gente: io leggo i tarocchi, Pupa fa malocchio e fattura e Monica emette fattura. Se Dominique ha la fila, l’entrata del nostro studio sembrerebbe sempre l’ingresso del Gilda il sabato sera.Potremmo perfino mettere due sciamani come buttafuori che picchiano i clienti più esagitati con le scope, io potrei metter su uno spaccio di pozioni magiche che tanto alcune mie specialità in cucina fanno talmente schifo che posso farle passar tranquillamente per code di rospo e lingua di drago essiccata che ci credono tutti. Poi non so, per l’arredamento dello studio vado dal mobiliere di Chuck e Nora che credo sia lo stesso della casa di Barbie e più o meno direi che è fatta.Ma perchè non istituire di nuovo i cari vecchi roghi? Wanna Marchi è un ago nel pagliaio, anzi, nella sua categoria, un fenomeno kitch di rara bellezza..una che ti vendeva il miracoloso scioglipancia ma su di lei mi sa che aveva avuto uno strano effetto perchè quello che le aveva tolto dalla pancia gliel’aveva trasferito sul culo…Poi il meraviglioso assistente di colore Donascimiento , sensitivo nel senso che secondo me aveva risvegliato i sensi di mamma e figlia Marchi…ma inutile rimpiangere quel che non c’è più, Wanna e Stefania sono finite in galera e a donascimiento è riuscita finalmente una magia degna del miglior houdinì: sparire nel nulla. Mi hanno tolto pure la Sobrino, pare che i suoi clienti dimagrissero così rapidamente da rischiare e in molti casi avere il prolasso di alcuni organi interni….pare che alla signora sobrino che la dieta l’aveva testata per prima su se stessa fosse prolassato il cervello ma ahimè…nessuno notò la differenza tra il prima e il dopo e….Mado’ , a me la signora sobrino mi sta pure simpatica, scherzo mariella! 🙂 A proposito di prolasso di cervelli, ieri sera c’era pure Flavia Vento a farsi predire il futuro.(questa è verità) Ho teso un po’ l’orecchio e ho sentito che chiedeva se erano in arrivo svolte per il suo lavoro. La maga ha risposto che per la riforma della legge Merlin devve attendere ancora un po’….:))))) E qui non chiedo scusa a nessuno eh eh.

bah

Alle volte ho come la sensazione che l’unico settore che non soffre di carenze di idee e innovazione sia quello degli assorbenti femminili.

quattro e un quarto del pomeriggio.

Ho queste due cose che stanno nascendo e mi piacciono da morire , una ha quasi terminato la sua gestazione e poi avrà bisogno di qualcuno di importante che la adotti e se ne prenda cura. L’altra è per ora tutta nella mia testa e in qualche pagina di appunti sparsi e disordinati ma è un progetto chiaro ed esaltante. Sono due creature ambiziose, lo so. Ma vivere di quel che si ama fare è cosa ambiziosa.

La ninna nanna de la guera (Trilussa)

Ninna nanna, nanna ninna, er pupetto vò la zinna: dormi, dormi, cocco bello, sennò chiamo Farfarello Farfarello e Gujermone che se mette a pecorone, Gujermone e Ceccopeppe che se regge co le zeppe, co le zeppe dun impero mezzo giallo e mezzo nero. Ninna nanna, pija sonno ché se dormi nun vedrai tante infamie e tanti guai che succedeno ner monno fra le spade e li fucili de li popoli civili Ninna nanna, tu nun senti li sospiri e li lamenti de la gente che se scanna per un matto che commanna; che se scanna e che sammazza a vantaggio de la razza o a vantaggio duna fede per un Dio che nun se vede, ma che serve da riparo ar Sovrano macellaro. Chè quer covo dassassini che cinsanguina la terra sa benone che la guerra è un gran giro de quatrini che prepara le risorse pe li ladri de le Borse. Fa la ninna, cocco bello, finchè dura sto macello: fa la ninna, chè domani rivedremo li sovrani che se scambieno la stima boni amichi come prima. So cuggini e fra parenti nun se fanno comprimenti: torneranno più cordiali li rapporti personali. E riuniti fra de loro senza lombra dun rimorso, ce faranno un ber discorso su la Pace e sul Lavoro pe quer popolo cojone risparmiato dar cannone!