Navigate / search

comunicato

A forza scavare dentro di me ho rinvenuto una gran quantità di ordigni bellici inesplosi.
Provvederò ad effettuare un fermo nel cantiere al fine di brillare i suddetti ordigni,nel frattempo parenti, amici e animali domestici sono tenuti ad evacuare la zona a me limitrofa e a ritirarsi in un’area distante almeno un chilometro.
Alcuni ordigni sono residuo di conflitti bellici assai lontani nel tempo e quindi , a causa degli ingranaggi assai obsoleti che li compongono,l’operazione di disinnesco potrebbe rivelarsi piuttosto complessa.
Se la tragedia dovesse avvenire,vorrei che qualcuno beneficiasse di tutta la mia produzione artistica non ancora divulgata,in particolare dell’ideazione di due geniali format televisivi :l’uno ambientato nella sala d’aspetto di un noto chirurgo plastico dal titolo “Saranno formose” e l’altro simpaticamente itinerante,con un esattore delle tasse che gira in bicicletta e suona alla porta dei contribuenti pronunciando la frase di rito :c’è un’ imposta per te!
Mi raccomando,che alla luce di un’eredità tanto cospicua non avvenga un altro caso “contessa vacca agusta”,tanto più che il testamento è olografo.Non nel senso che è scritto di mio pugno, ma proprio perchè c’è una macchia d’olio di pizza con mia ditata e dunque impronte digitali annesse irriproducibili anche per il più abile falsificatore.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website