Navigate / search

gradi di separazione

Domani ho un provino. La vigilia di un provino è da me vissuta con una calma serafica e un atteggiamento che mi azzarderei a definire zen…Credo che mi sentirei più tranquilla se sapessi che domani devo affrontare il processo di Norimberga mentre subisco un’operazione a cuore aperto eseguita da un chirurgo affetto da deliruim tremens durante un terremoto del nono grado della scala Mercalli. Ovviamente, al solito, non c’è un cane che mi raccomandi. Non ho neanche capito per quale misterioso arcano abbiano avuto la bizzarra idea di convocare me che faccio l’attrice di teatro a un provino di teatro.Ora si stravolgono le regole dello spettacolo così, da un giorno all’altro, senza avvisare? Mi hanno detto anche che c’è una possibilità palpabile che venga scelta.E’ la scelta dell’aggettivo palpabile che mi dà da pensare.Ad ogni modo, oggi mi sono messa a riflettere sulla teoria affascinante dei sei gradi di separazione. In pratica , in base a questa tesi, tutti gli abitanti della Terra , da Bush a un bagnino di Toravaianica , sarebbero collegati l’uno all’altro da sei persone. A parte che io sto ancora cercando le sei persone che mi collegano a Brad Pitt e giuro che le troverò, ecco, mi chiedevo: ma com’è che riescono tutti a farsi raccomandare da amici, parenti, suocere, donne delle pulizie,entreneuse,spacciatori,testimoni di Geova amici di registi e produttori e io ho sempre come minimo 87 gradi di separazione che mi dividono da chi conta??? E’ assai più probabile che io abbia due gradi di separazione che mi dividono da un eremita siberiano misantropo ,lebbroso e orfano che sei con un regista che abita sul mio stesso pianerottolo.In compenso scommetto che se mi metto a cercare le sei persone che mi separano da Leone di Lernia le trovo in dieci secondi e magari scopro pure che siamo cugini di primo grado. Mondo cane.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website