Navigate / search

Lucarelli and Biavardi’s Story

Protagonista : Selvaggia Lucarelli ( e te credo, il film se l’è scritto lei ). Antagonista: Invasiva Attore trasformista: Effe Guest star: Filippo Facci Location: Macchianera (gnueconomy) Costumi: via via sempre più discinti Regia: Gianluca Neri Nei migliori blog. Sinossi mucciniana: la protagonista, romana e aspirante attrice , è un’emblematica rappresentazione della generazione giovanile svuotata di ogni valore.Il film sembra andare in questa direzione, quando, ad un certo punto nasce una violenta lite tra il Facci e l’invasiva, gli attori sono sempre in primissimo piano e il loro scazzo sarà seguito passo passo dalla telecamera montata sull’apposito carrello. Stacco. Il Neri si fa una canna, tanto per dare un taglio originale agli ambienti di sinistra. Intervengono allora Effe, Mendacio, Ameliè, Dax, la colf del Facci, Monica Bellucci, un lavavetri tunisino, un pullman di turisti giapponesi, insomma, con 4678 protagonosti alla fin fine una specie di sceneggiatura viene fuori.Sinossi vanziniana: la protagonista ha due tette così .Sinossi ozpetekiana: la Lucarelli, come giustamente ha insinuato Effe, è un travestito.Seriamente. Dico la verità, non me l’aspettavo tutta questa bagarre per l’articolo di critica ironica a For men magazine . L’ho scritto quasi tutto alle cinque del mattino, mezza rimbambita dal sonno, dopo che l’ho inviato ho provato anche a rimuoverlo presa da dubbi amletici (essere una stronzata o non essere una stronzata? Dubbio che non si è ancora del tutto chiarito…) ed invece è finita che ha scatenato una caterva di reazioni, commenti, approvazioni, critiche, sovraffollamento e-mail nella mia posta elettronica . E, come al solito, è andata che l’invasiva di turno m’ha accusata di essere letta solo per via dei miei “avvallamenti anteriori”. Fortuna che c’ha pensato Filippo Facci a prendere le mie parti. (cosa per cui sto alitando sulle mie unghie da giorni)Ho ribattuto QUI che sono perfettamente consapevole della cosa ed infatti estratti del mio blog saranno pubblicati sul paginone centrale di Playboy del prossimo mese. Nel frattempo il direttore del magazine ( o fondo di magazzino che dir si voglia) Andrea Biavardi ieri se ne stava bello spaparanzato su una poltrona di Quelli che il calcio a far pubblicità alla sua rivista ( so che uno degli autori della trasmissione mi legge e questa me la pagherà cara) tronfio e gongolante manco avesse mandato in stampa gli scritti segreti tra Mozart e Salieri che testimoniano che la loro rivalità era solo una montatura pubblicitaria ideata da Klaus Davi e Lele Mora.So che un sacco di gente si sta inviando l’articolo via e-mail , mi hanno scritto persone da Bruxelles, Amsterdam e Londra e addirittura un’intera classe di liceo, qualcuno mi ha perfino segnalato che ora l’articolo gira firmato da “una lettrice anonima”. Alcolista anonima, casomai. Luca M. mi invia via mail la risposta che gli ha inviato “la caporedattora” di “For men magazine” alla sua segnalazione del mio articolo su gnueconomy. E’ questa: “Grazie, l’avevamo già visto. Penso che la distruzione sia molto ironica e scritta bene, quindi è la benvenuta Continuate a seguirci.” Emanuela Rosa Clot Continuate a seguirci??? Io non so se continuerò a seguirvi comprando di nuovo la rivista, ma certo mi verrebbe la voglia di seguire sul serio gli autori di quegli articoli. Con la macchina però. Capire che cazzarola di vitafanno per partorire certe boiate. Se è colpa delle frequentazioni,di traumi infantili, del transgenico nella loro dieta, delle polveri sottili. Vi farò sapere i risultati dei miei pedinamenti.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website