Navigate / search

Guia Soncini

L’articolo di Guia Soncini

Ecco cosa succede a leggere solo Evatremila e la rivista ufficiale del Grande Fratello. Che esce un articolo che parla di te su “Il foglio” e tu lo vieni a sapere troppo tardi per acquistarne una copia. Comunque l’ho letto ora (ore quattro e mezzo del mattino), sul sito de Il foglio. Ho dato uno sguardo a pagina cinque, in fondo ho visto una rubrica dal titolo “La deficiente” di Guia Soncini ed ho capito immediatamente che era lì che dovevo cercarmi. Ed infatti, è lì che mi sono trovata. Oddio, “trovata” è una parola grossa, perchè il sito de Il foglio ti premette che puoi leggere il quotidiano su internet solo se hai acrobat reader, che io mi sono domandata per dieci minuti il perchè debbano discriminare chi non ha studiato danza acrobatica . Poi, dopo innumerevoli e nervosi tentativi con la tastiera, che cacchio pigiavo i tasti a casaccio con una velocità che sembravo la dattilografa di Mentana, sono finalmente riuscita a visualizzare l’articolo che, a parte elencare alcuni miei propositi di non fare marchette in caso di successo,dice questo:“Selvaggia è l’Aldo Grasso del quarto millennio. Finalmente abbiamo trovato la nostra degna sostituta. Adesso possiamo andare in vacanza.”Intanto è evidente che a questo punto, dopo la gran pubblicità alle mie mitragliate contro tutti gli uomini di spettacolo che contano e soprattutto alle loro trasmissioni, le mie già scarsissime speranze di lavorare nello spettacolo ora sono più o meno le stesse che ha Antonella Mosetti di laurearsi in lettere classiche.Quindi domani porto il mio curriculum alla Esselunga oppure direttamente da Mac Donald’s che a ‘sto punto della vita mi voglio togliere lo sfizio di chiedere al direttore del personale il perchè uno da mac donald’s per friggere le patatine si debba mettere la cravatta. E’ una presa per il culo? Danno anche una ventiquattrore per metterci il ketchup? Comunque, l’articolo è estremamente lusinghiero, se non fosse per quel “signora Lucarelli” . Signorina Soncini, è la prima volta che qualcuno mi chiama signora e per un’attrice credo sia come per Moretti sentirsi chiamare fascista. Comunque alla fin fine l’ho presa benissimo, ho già prenotato il botulino per domani in giornata, roba che per fare il trattamento a me hanno dovuto spostare il lifting al tallone destro di Ivana Spagna .Certo che però il rimpianto è quello di non aver potuto dire a mia madre :” Va in edicola e compra “Il foglio “ . Credo che l’avrebbe appeso sulla testata del letto al posto del ritratto luminescente di padre Pio e direi che oltre a farmi piacere ne avrebbe guadagnato anche l’arredamento. Tra l’altro, per via di questa mia distrazione, è sfumata la mia ultima occasione di farmi intestare la casa in Abruzzo e a ‘sto punto credo di poter puntare al massimo al segretaire in legno di noce fine ottocento ma solo se Ferrara mi nomina vicedirettore de Il foglio entro fine anno.La vedo dura. psSignorina Soncini, ho letto proprio pochi giorni fa la sua intervista su Marie Claire a Benicio Del Toro in cui conclude dicendo che in sostanza è rimasta delusa poichè trova il tipo sì fascinoso , ma alquanto lamentoso e con la sindrome del disoccupato.Ecco, un’attrice tipo ora le direbbe la seguente frase: “Sa, io credo che sia meglio fidanzarsi o sposarsi con un uomo che faccia anche lui l’attore, perchè così può comprendere meglio le nevrosi legate al mestiere…”Perciò, dia il cellulare di Benicio a me, anzichè tenerlo attaccato sul frigo con una qualsiasi calamita a forma di boccale di birra o di gatto con campanellino. 🙂

Leave a comment

name*

email* (not published)

website