Navigate / search

La scopiazzatura de La Stampa

Giuro che ce l’ho messa tutta. Ho provato a fare la vaga e parlare di mia madre e ristoranti vip, ma alla fine mi trovo costretta a ritornare sull’argomento che negli ultimi dieci giorni ha monopolizzato le mie giornate, le telefonate, la casella e-mail e , con mio grande stupore , forum, siti, blog, newsletter pubbliche e private di tutto il web: questo benedettissimo articolo su For men magazine. Confesso di essere un po’ spaventata e frastornata per quello che sta accadendo, e non tanto per la gran quantità di conseguenze che sta provocando nella mia vita, ma soprattutto perché qui va a finire che sarò costretta a dire grazie alSignor Andrea Biavardi. E capirete bene che all’idea sono due notti che non dormo. Pur di evitare l’umiliazione di questo pubblico gesto, ho anche pensato di compiere un atto estremo: rinnegarne la paternità. Solo che ci hanno pensato già in molti prima di me. Hanno cominciato, tanto per fare un esempio a caso,così . Poi è iniziata una gigantesca catena di S.Antonio (che ancora continua), in cui il mio articolo è firmato “lettrice anonima” o addirittura “Silvia Maranzano” (chi è?). Il mio articolo è arrivato anche a me giratomi da un tizio che me l’ha introdotto scrivendo ” leggiti questo.non so chi l’ha scritto ma fa ammazzare dalle risate!” Anche il barbiere della sera l’ha pubblicato credo ieri attribuendolo ad una lettrice anonima , ma oggi ha gentilmente puntualizzato che l’autrice sono io senza neanche che l’abbia chiesto o preteso.E’ stato pubblicato e commentato in forum di ogni tipo, da quello dei pubblicitari milanesi a quello hard, oltre che naturalmentedare vita ad una caterva di commenti sul blog in cui è nato, che è MacchiaNera (grazie a Gianluca Neri che l’ha ospitato). Ieri era l’oggetto della newsletter di www.barzellette.it ma firmato lettrice anonima, oggi la newsletter ha ristabilito la paternità dell’articolo. Fin qui mi sono anche fatta due risate. Ma il pezzo in prima pagina di oggi sul quotidiano La Stampa intitolato “Come uomo comanda” firmato NON LETTRICE ANONIMA ma Massimo Gramellini mi ha divertita un po’ meno. E’ una scopiazzatura , neanche riuscita particolarmente bene, del mio articolo su For Men Magazine. Giudicate voi leggendo l’articolo qui sotto, se il signor Gramellini non ha saccheggiato scandalosamente: (è anche online QUI) Come uomo comanda 28 marzo 2003 Umiliato in quanto maschiodalla storia del marito altoatesino bietolone che la moglie laureatamortificava di continuo per la sua ignoranza, mi imbatto all’edicola in unoslogan ricostituente: «For Men: come uomo comanda». Finalmente una rivista che rivendica i valori del maschio occidentale, gli stessi che Bush sta esportando nel Golfo: spirito d’avventura, senso estetico, progresso, utopia! Per la verità in copertina non c’è Rumsfeld, ma un bruno mascelluto con la faccia da steward, intento a passarsi un asciugamano di spugna sul sorrisone. Il titolo, però, sembra promettente: «Falle direbasta stanotte!». E pensare che, secondo un’opinione diffusa, il vero problema è farle dire: «ancora». La copertina contiene ulteriori stimoli all’evoluzione. «Braccia più grosse, spalle più forti». «Ricchi entro Pasqua, 15 idee geniali» (spacciare uova al cioccolato griffate?). Una dieta a base di wafer e patatine, «Mangi il doppio e diventi la metà», esalta i sacrifici indispensabili per raggiungere ogni obiettivo nella vita. La maggior profondità di pensiero è riservata alle pagine interne. Come toglierle il reggiseno con le forbici (senza che lei ti prenda per un serial killer) e una scheda sulle scene di sesso e violenza nei film di prima visione. Il tutto scritto in quel linguaggio fintamente ironico che piace ai pubblicitari. Un maschio in cerca di certezze chiude «For men» avendone raggiunta almeno una: se la cultura maschile di massa è questa,l’uomo smetterà definitivamente di comandare abbastanza presto. E pensare che avevo già le mie buone ragioni per avercela con gli uomini. Lei, Signor Gramellini,oggi me ne ha data una in più.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website