Navigate / search

Il provino della monetina

Ieri mi ha chiamato la mia agenzia per la convocazione di un provino.(deve aver sbagliato numero)Ma non di un provino qualsiasi, bensì, del leggendario provino per Tinto Brass e più precisamente per il suo nuovo film che dovrebbe intitolarsi “Il culo è lo specchio dell’anima”. Esprit de finesse. Molti sapranno che attorno ai provini con Tinto Brass esiste un’affascinante mitologia che narra fatti piuttosto credibili, del tipo “Ti dice: fammi vedere il culo!” e fatti un po’ meno credibili del tipo: “Ti chiede di congiungerti con una zebra!”.Ma nessuno sa con precisione se “il mitico provino della monetina” che lo stesso Brass ogni tanto racconta divertito , sia storia o leggenda. Per chi non lo sapesse il provino della monetina di Brass, in teoria, si svolgerebbe così: lui fa entrare l’attrice candidata , la prega di spogliarsi e di indossare un accappatoio piuttosto corto, poi lancia una monetina ed invita la ragazza ad inchinarsi per raccoglierla. Brass sostiene che in base al modo che la candidata ha di piegarsi riesce ad intuire il suo grado di disinibizione.Ora , io ieri alla mia agenzia ho detto chiaro e tondo che la faccenda in sè mi pare abbastanza squallida.Che comunque è anche vero che forse un anno fa avrei detto un no categorico e che oggi come oggi potrei anche valutare l’opportunità.In fondo i tempi sono cambiati.Finchè avevamo la lira c’era ben poco da raccogliere.Ma tranquilli, mica mi svendo io.Se Tinto non mi lancia almeno due euro non mi piego mica.Ho dei principi io.Ci rifletterò su.cSarà un provino?

Leave a comment

name*

email* (not published)

website