Navigate / search

Le signorine buonasera

Quando si parla di televisione si finisce sempre col pronunciarela frase di rito :”La tv divora e consuma tutto molto rapidamente”.Che sia una grande verità o un banale luogo comune, c’è un’unica certezza: se è vero, tale assioma vale per tutti ,da presentatori amicrofonisti,tranne che per una categoria: le annunciatrici tv. Non ci è dato di sapere per quale incredibile ragione ,mentre tutto attorno a loro invecchiae si modifica, le signorine buonasera resistono prodigiosamente al passare del tempo.Esiste un caso che meriterebbe almeno una puntata d’approfondimento di Superquark: Fiorella Pierobon. Come sia possibile che dopo tanti lustri di apparizioni su canale 5,questa annunciatrice rimanga sempre la stessa è mistero fitto.Non una ruga, non un cedimento fisico, un capello bianco,un principio d’artrosi, un’attacco di gotta, niente di niente. Sulla vera età della Pierobon sono fiorite le leggende più disparate:c’è che sostiene che quando fu assunta a canale 5 negli anni ottanta, passò sei mesi chiusa negli studi a registrare gli annunci di tutto il palinsesto Mediaset fino al 2050. C’è chi ritiene che la notte dorma immersa nella formalina come le lucertole nei laboratori d’anatomia.Chi sostiene che non sia più lei dall’ottantasette, ma che si serva di una serie di sosia da fare impallidire perfino Saddam Hussein. Insomma, pare che a fine anno un team di scienziati la sottoporrà ai raggi x per capire una volta per tutte se ha più anni lei o la Sacra Sindone. Eventualmente Confalonieri le ha già preparato una teca nel museo archelogico di Cologno Monzese tra Memo Remigi e il pupazzo One. Stesso discorso vale per Gabriella Golia,colei che è stata per anni il voltodi Italia Uno. Ora,se le reti private sembrano garantire alle loro annunciatrici l ‘eterna giovinezza,le reti pubbliche si contraddistinguono per il fenomeno inverso: le annunciatrici rai, sin dalla loro prima apparizione,sono già inesorabilmente “vecchie”. Alessandra Canale è agghindata in un modo talmente antiquato che al confronto Orietta Berti sembra Lara Croft. Maria Rita Viaggi sfoggia dei golfini così paiettati e catarifrangenti che in caso di nebbia vengono sporadicamente utilizzati per segnalarel’uscita di Brescia Nord sull’autostrada del Brennero. A questo punto sorge un dubbio: le annunciatrici Mediaset si avvalgono forse della calza sull’obiettivo come Berlusconi? E se sì: qualcuno mi fa sapere di che marca e quanti denari? Ho scritto questo articolo su “Il Tempo” di oggi, prima e seconda pagina.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website