Navigate / search

Eleviamo il livello culturale del mio blog

Come promesso qualche messaggio fa, ho deciso di elevare culturalmente il livello di questo blog ed approfondire temi importanti , tanto perchè poi non si dica che io parlo solo di cose leggere e frivole.Inaugurerei perciò questa mia nuova linea editoriale affrontando l’annosa e complessa questione delle mutande perdute. Mi spiego meglio. Credevo accadesse solo a me, poi ho fatto un rapido sondaggio tra amici ed ho scoperto che non sono la sola a domandarsi con un filo di turbamento come diavolo sia possibile che la biancheria intima, in particolar modo le mutande, sparisca a ritmi di almeno dieci pezzo l’anno.Premetto che è assolutamente vietato pensar male e fare battutacce.Le mutande spariscono rigorosamente in casa propria. Al contrario di tutti gli altri oggetti di uso comune, raramente fanno in tempo a consumarsi, ancor più raramente si buttano ma per un inspiegabile fenomeno che va inclusonella lista degli eventi sovrannaturali assieme alle stimmati di Padre Pio e la scomparsa dei nei di Vespa,svaniscono nel nulla. Una compra un paio di mutandine nero e uno bianco?E’ matematico che nel giro di un paio di mesi una di una delle due non si abbia più alcuna notizia. Spariscono così, senza congedarsi, senza dare spiegazioni, senza lasciare un recapito. Di solito una non se ne accorge subito. Si tende a pensare che magari saranno nel cesto della roba sporca .Magari sul fondo .E sul fondo della cesta della biancheria sporca si sa, non c’è semplicemente la roba che devi lavare. No, da che mondo è mondo ci sono quei quattro-cinque indumenti sporchi che stanno lì da sempre ,che non vuoi più nè lavare nè buttare, il cui lavaggio rimandi da decenni “alla prossima lavatrice” . In alcuni casi questi indumenti appartengono alla famiglia che ha abitato in quella casa prima di te.Ora , io mi domando: visto che esiste gente che nalla vita fa di mestiere “lo strappa-ciglia di Jennifer Lopez”, non è che qualcuno potrebbe dedicarsi allo studio di questo mistero? A me non frega nulla degli Ufo, delle voci dall’aldilà, voglio sapere che cacchio di fine hanno fatto le mutande La Perla che avevo pagato rapinando una sala Bingo.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website