Navigate / search

Cinque cereali

I soliti cinque

Mi rendo conto che di fronte ai misteri dell’universo può sembrare poca cosa, ma da tempo mi domando con insistenza il perchè in natura esistano, tanto per citarne qualcuno, un bel po’ di cereali quali orzo, avena, mais, segale, miglio, grano, frumento, riso, farro, kamut, triticale, sorgo, crusca, luppolo…e in ogni pubblicità di qualsiasi cacchio di biscotto legnoso, di merendina, di pane in busta (che non so se ci avete fatto caso ma spesso ha la plastica appannata perchè prima di ammuffirsi ha esalato l’ultimo respiro), di crema spalmabile e integratore alimentare , è annunciato o scritto che ci sono I CINQUE CEREALI. Che cos’è ‘sta fissa di cinque cereali per volta? Io dico, se in natura ce ne sono minimo una ventina, perchè questa moda di propinarci sempre e solo questi odiosissimi cinque? Cosa sono, chicchi rugosi o le Spice Girls? Cosa succede se una volta ne mettono tre? Gli manca voce e batteria? Ci sono raccomandazioni anche lì? Che so, se prendi il frumento devi accaparrarti pure la crusca , come accade con Alessandro Greco e Beatrice Bocci o con le sorelle Merz? C’è una mafia? I cinque sono la cupola dei cereali? Li rappresenta Lele Mora e allora se vuoi il riso ti becchi pure quattro sfigati di cereali di contorno come accade a Passaparola che se vuoi la Colombari t’ammollano pure Eleonora Benfatto e Mascia del Grande fratello ? Possibile che gli altri quindici non si ribellino?Perchè non si fanno una linea di frollini tutta loro ai quindici cereali? Sì, d’accordo, verrebbe fuori una di quelle mappazze che con ogni probabilità un solo biscotto avrebbe il peso specifico di Nettuno, ma io me li comprerei lo stesso.Riflettiamoci in questa data così evocativa per quel che riguarda movimenti sociali e lotte di classe. (e provate a dire che non sono stata originale):) E te pareva…

Leave a comment

name*

email* (not published)

website