Navigate / search

Imbarazzanti rivelazioni

Quello che si sussurrava, intuito dalle ammissioni a mezza voce captate nell’imbarazzato staff dell’acqua minerale Uliveto, è finalmente diventato una notizia certa che scatenerà polemiche a non finire. La notizia è questa: il passerotto che nello spot dell’acqua Uliveto si posa sulla spalla di Del Piero è da una settimana ricoverato nella clinica per malattie nervose “Mario Borghezio” di Cernusco sul Naviglio.Un fonico dell’agenzia pubblicitaria che ha girato lo spot e che ha voluto mantenere l’anonimato, mi ha confermato che già verso la fine delle riprese, il passerottino aveva dato qualche segnale di insofferenza rifiutandosi di volare sulla spalla del campione iuventino. Il passerotto si posava invece sulla testa di Alex e lo colpiva ripetutamente col becco sulla fronte disperato per l’ennesimo ciak da rifare . Del Piero, purtroppo, non riusciva a dire “Acqua Uliveto, la beviamo anche noi in famiglia!”.Dopo milequattrocento ciak, l’agenzia pubblicitaria aveva suggerito di cambiare il passerotto e di far posare sulla spalla di Del Piero una lontra, che è animale più mansueto e meno irritabile, ma non c’è stato accordo perché la lontra chiedeva un cachet di poco superiore a quello delle stesso Del Piero. Al ciak quattromilaseicentosessantasei, dopo che lo iuventino aveva detto “Acqua Uliveto, la beviamo anche noi in ciniglia!” l’agenzia ha suggerito di cambiare lo spot: l’uccellino col suo bel beccuccio beve l’acqua Uliveto, e mentre lui è lì tranquillo, arriva Del Piero e gli salta sulla schiena . L’uccellino muore schiacciato e Del Piero trionfante dice in camera : “Acqua Uliveto, mors tua vita mea!” ma anche questa proposta viene bocciata perché al ciak, Del Piero si ostinava a ripetere l’unica frase in latino imparata al Cepu, e cioè : “Ave Cesare morituri te salutant!”. Alla fine, si sparge la voce che esiste questo passerotto di Ladispoli pazientissimo, che ha ottime referenze avendo già lavorato con i fratelli Inzaghi e Bobo Vieri. Questo passerotto è riuscito a finire il lavoro ma, come abbiamo visto, a caro prezzo. Per la cronaca, le riprese dello spot Acqua Uliveto- Del Piero sono durate sei anni due mesi e quattordici giorni. Potrebbe sembrare un periodo di lavorazione molto lungo, ma ricordo che è comunque esattamente un mese in meno della durata delle riprese dello spot della Danone dove i fratelli Inzaghi cantavano “Danette Danone che fresca bontà!” .

Leave a comment

name*

email* (not published)

website