Navigate / search

Fantozzi va al mare

Ora, io non so se m’è presa una sorta di sindrome fantozziana per cui mi sembra che capitino tutte a me, però ho trascorso mezza giornata di mare a Fregene in una zona abbastanza isolata e priva di qualsiasi servizio di lettini e ombrelloni, e mi sono ritrovata di fianco Rosanna Cancellieri in topless e perizoma che ha discusso tutto il tempo con le sue amiche di un argomento leggero, interessante e vacanziero: prove allergiche e intolleranza ai latticini, in particolare alla mozzarella di bufala.Verso l’una, con un mare vi giuro così immobile che sembrava una pozzanghera (anche per via del colore), non un alito di vento, non una persona in acqua perchè a quell’ora il romano o mangia o dorme o aspetta le famose tre ore di digestione prima di buttarsi in acqua, decido di andare a farmi il bagno. Arrivata alla boa, non so come e perchè, sono inspiegabilmente arrivate una dopo l’altra quattro onde di tsunami che io non so da dove siano arrivate e da quale fenomeno siano state generate. O tre ore prima, da uno scoglio di Olbia, s’era tuffato in acqua Giuliano Ferrara , o la massa d’acqua s’è alzata in seguito alle dichiarazioni di Previti dopo la sentenza, insomma, fatto sta che per poco non mi raccoglievano sulla battigia con un legnetto come una medusa. Nessuno è stato in grado di dare una spiegazione logica al fenomeno. La supposizione più accreditata è stata quella del passaggio di una nave, ma vi giuro che è cosa nota che chiunque sia in possesso di una barca e di tutte le facoltà mentali, anche se dall’Elba deve arrivare a Capri, piuttosto che solcare le acque salmastre di Fregene, si ferma a Civitavecchia, vende la barca, arriva in macchina fino a Sabaudia, si compra un’altra barca e va a Capri.Comunque.Mi sdraio sull’asciugamano ancora un po’ scossa, prendo una mezz’ora di sole e ad un tratto sento un dolore sull’avambraccio destro acutissimo. Mi alzo di scatto e vedo appena sotto la mia spalla sinistra un insetto nero delle dimensioni di una vite da occhiali assente da qualunque classificazione di coleotteri e polineotteri, blattoidei e mantoidei compresi, che vi giuro con una sola puntura mi fatto un male ma un male da provocare un’immediata reazione. Quella cutanea è stata una bolla rossa deturpante. Quella emotiva un vaffanculo captato dalla capitaneria di porto di Ponza.Ma io dico, porco giuda, un insetto non più grosso di una formica nana, dove lo teneva tutto quel veleno? Si porta dietro una tanica a parte?

Leave a comment

name*

email* (not published)

website