Navigate / search

Selvà, attenta a come parli

Ricevo e pubblico:”No ma non ci posso credere! 4 anni che non vado al Warner Village,ci torno stasera a vedere…ehm…così per farmi 4 risate “Freddy vs jason” e chi mi trovo davanti a strappare il biglietto?Tu!!!ma che davero??? apperò, mi sa che sei meglio dal vivo!Proprio oggi t’avevo scritto la prima email…vabbè! cmqporca miseria non sapevo che fare, volevo dire “a Selvà!” tipo vecchi amici! Cioè, stavo coi miei amici che mi guardavano come se fossi scemo e mi facevano: ma chi è sta Selvaggia?cmq le parole che hai detto ad un tuo amico mentre entravi erano fantastiche: TU VEDI DI ANDA’ AFFANCULO! ahahahahah MIT-TIC-CA!SPERANDO CHE A QUESTO PUNTO MI RISPONDI,TI DO LA BUONANOTTE, POI MAGARI MI DICI COM’ERA THE DREAMERS,MI PARE STESSI ANDANDO A VEDERE QUELLO…simone-(ATARU SUL TUO BLOG)PS:MA TE LA SARESTI TIRATA SE TI AVESSI FERMATA A CHIACCHIERARE?”A proposito delle gentili parole rivolte al mio amico:si trattava di uno di quegli individui altamente irritanti a cui, davanti al bar del cinema, si domanda per un’ora di seguito: “Vuoi qualcosa? Sicuro? Proprio niente niente?” E lui: “No figurati. Non ho fame.”Poi sei ancora in fila per farti strappare il biglietto e lui è già lì a ravanare nel tuo secchiello dei pop-corn.Di lì il mio cortese vaffanculo.E comunque Simone io devo ringraziarti perchè hai omesso il particolare più triste della situazione: ero con quest’amico e la sua fidanzata. Che vita dissoluta.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website