Navigate / search

Timidissima?

Da “Il Tempo” di oggi. Il mio direttore scrive:Selvaggia, Jessica Rabbit del giornalismo Esce «Mantienimi» il libro della Lucarelli, autrice delle rubriche al vetriolo de Il Tempo Fu un amico a inviarmi una e-mail che aveva già fatto il giro del popolo di Internet. Due paginette di una irresistibile recensione di una rivista maschile da poco uscita, «For men magazine». Ma chi è questa Selvaggia Lucarelli che sa scrivere così? «Mah, dicono che abbia un sito Internet con il suo nome». E il sito Internet c’era. Lì anche un indirizzo di posta elettronica. Come un qualsiasi anonimo navigatore le ho scritto. Il giorno dopo è venuta a Il Tempo, e ho trovato di fronte (credo di averla vista una sola altra volta in un anno e mezzo) la ragazza più timida del mondo. Ha ragione lei, è una Jessica Rabbit del giornalismo italiano. Non è cattiva, Selvaggia. È che scrive così. La tastiera del computer si impadronisce di lei e la trasforma. Qui sulle colonne de Il Tempo, dove anche oggi firma in seconda pagina la rubrica «La corsara», dispensa sarcasmo con una capacità non comune. Riesce a fare sorridere e a graffiare con un talento naturale. Mi ha fatto fare figuracce: un giorno incontravo un personaggio importante, assicuravo miele sulle colonne de Il Tempo, e la sera mi ritrovavo, immancabile, la sua rubrica al vetriolo proprio su quel personaggio. Ha un sesto senso. Se ne è accorta anche la Mondadori, che le ha pubblicato «Mantienimi», la raccolta dei ritratti e delle battute più azzeccate della Lucarelli. Che qui offriamo in pillole ai lettori de Il Tempo. Franco Bechis

Tredici indizi

TREDICI INDIZI IN BASE AI QUALI SI DEDUCE CHE CI STIAMO AVVICINANDO ALLE ELEZIONI:1) Il vostro vicino di pianerottolo vi accorda il permesso di montare la parabola sul suo terrazzo in cambio di qualche informazione, anche vaga, sulla politica estera dell’Udeur.2) L’entourage di Alessandra Mussolini suggerisce all’irascibile onorevole di tenere una condotta più misurata e di fare le sue scuse agli avversari in caso di intemperanze. La Mussolini concorda e promette che in futuro, prendendo ad esempio il gesto di Cattaneo, darà un numero di calci alla Belillo sempre nel pieno rispetto della regola che impone la dozzina ed i suoi multipli. 3) Marco Pannella chiede che contestualmente al voto si chiami il popolo italiano a votare su un referendum che propone l’abolizione dei martelli pneumatici nei paesi del bellunese e minaccia di iniziare lo sciopero dei surgelati. Finchè non si fa a modo suo, lui non mangerà più le Spinacine Aia ma solo il minestrone“That’s amore!” Findus.4) Per il rispetto della par condicio chiudono le trasmissioni di satira politica. Il tg 4 potrà riprendere la normale programmazione dopo il tredici giugno. Vietato anche l’uso delle parole “privatistico”, “Zapatero” e “Toffanin”.5) In previsione delle elezioni del dodici e tredici giugno, Silvio Berlusconi decide di prevenire le mosse dell’opposizione con delle abili contromosse. La prima sarà quella di attirare fuori dall’Italia i suoi più pericolosi oppositori con delle scuse plausibili. L’undici giugno, Silvio Berlusconi, rientrando a casa dopo aver fatto la spesa, dirà alla moglie Veronica Lario che con la loro tessera Conad hanno raggiunto 15 000 punti e che possono scegliere un regalo a scelta tra una piastra per capelli ed un biglietto aereo per la Polinesia con partenza immediata più l’ alloggio in un bungalow over-water comunicante tramite un ponte sull’acqua con quello di Massimo Cacciari.6) In un’intervista del Tg 3 delle diciannove, Piero Fassino ha le meches.7) In un intervista del Tg 5 delle tredici, Gianfranco Fini indossa le calze a rete che indossava Letizia Moratti nella sua ultima partecipazione a Porta a Porta.8) La Casa delle libertà, in fretta e furia, fa approvare dal parlamento una legge secondo la quale se sulla scheda c’è scritto “Forza Milan” il voto va a Forza Italia.9) Per la foto di copertina di “Famiglia Cristiana” Rosy Bindi si fa prestare il labrador da D’Alema , un figlio da Casini e il marito dalla Palombelli.10) Un arrotino che gira per i paesi con la macchina viene sorpreso dalla polizia a gridare dall’altoparlante “Affilo coltelli e voto Martelli!”11) Tutte le mogli di politici che notoriamente non facevano una mazza, ora sono impegnate in progetti di ampio respiro e di grande significato per il futuro dell’umanità intera.12) La lista Occhetto- Di Pietro decide a maggioranza che i comizi di Di Pietro si terranno in playback con la voce di Arnoldo Foà e in un italiano almeno passabile.13) Gianni Baget Bozzo, in un’ intervista a Luciano Onder per “Medicina 33”, rivela che il premier ha donato la milza a Enrico La Loggia.

Cinema!

Stasera in radio si parla di cinema con Cecilia Dazzi (in studio), Enrico Lucherini, Fabio De Luigi e Gene Gnocchi.Oggi non me la sento si scrivere di più. Abbiate pazienza ma ieri a Domenica In ho conosciuto Karim Capuano e vi garantisco che son cose che segnano quanto il servizio militare.P.S.A proposito di Domenica In. Smetto definitivamente di compare vestiti. L’ho visto con i miei occhi: l’uomo più pagato della televisione si veste come un autista dell’Atac.

Meteore

Ieri sera, nel corso della puntata radiofonica dedicata alle meteore, Gene Gnocchi ha dichiarato di sentire fortemente la mancanza di una meteora televisiva in particolare, ovvero Ciribiribì Kodak!E’ nato un vero e proprio caso che s’è risolto grazie all’ausilio di svariati ascoltatori.Ciribiribì, come segnalato da Cristina, si chiama Davide Marotta.E’ nato nel 1958 a Napoli, quindi ha già anche la sua bella età.Nel film The passion (!) è il nano deforme tenuto in braccio da Rosalinda Celentano (neipanni di Satana).Mi state dando un sacco di soddisfazioni.
(stasera il tema della puntata è “treni persi”. Ospiti: Elena Bonelli, Mirka Viola, Enrico Silvestrin, Andrea Pinketts, Gene Gnocchi)

Stasera il guerriero!

Stasera la puntata radiofonica è sui REALITY.Ospite in studio: Adriano Pappalardo.Collegamenti telefonici con:Carolina del Grande fratello (GF4)Giada De Blanck(L’isola dei famosi)Gene Gnocchi(Music farm)Alessia Ventura(La talpa)Marco Mazzocchi(L’isola dei famosi)
Stasera quadretto familiare, insomma. 🙂
Se volete mandarmi domande per Adriano o gli altri ospiti:
lamezzanotte@rai.it

Stanotte

Il tema della puntata di stasera (Radio Due a mezzanotte)è: METEORE.Ospiti della puntata:Marina La RosaAlessandro GrecoTamara DonàGene GnocchiMaria Antonietta della prima edizione del Grande Fratello

Grassie!

So che in questi giorni il blog è un po’ monotematico, anzi, bi-tematico (radio e libro), ma devo fare un po’ di ringraziamenti. Per quel che riguarda la radio il primo ringraziamento lo faccio al gruppo d’ascolto formato da The petunias, Paolo Virzì e Carlo Lucarelli che la prima sera mi ha seguita e fatto l’in bocca al lupo.Ovviamente, tenterò di invitarli prima o poi, ma mi hanno spiegato che Virzì al momento è molto preso dalla regia di “The passion 2”, ovvero la storia della sua personale via crucis vissuta sulla poltrona di “Porta a porta” in compagnia del figlio di La Russa, di Pierluigi Diaco e di Alessandra Mussolini, roba che mancava solo Barabba.Carlo Lucarelli dicono che verrà di certo, ma solo se nel giro di una settimana a Radio Due si verifica il ritrovamento di uno speaker impiccato con una calza contenitiva Sanagens nella redazione di Fabio e Fiamma.Ringrazio poi Dario Vergassola, Lillo e Greg ed i Cavalli Marci per gli interventi a sorpresa di ieri sera e soprattutto Michele Foresta in arte Mago Forest che è intervenuto nonostante stesse facendo “all’amore”. :)Un vero mito.

Cose che capitano

E’ un pezzo ad alto tasso di cinismo, lo premetto, ma sono certa che dopo aver letto la minuziosa ricostruzione dei fatti che vado a narrarvi , mi concederete delle attenuanti.Giovedì pomeriggio, alle ore 17,30, mi trovavo a bordo della mia autovettura sul Lungotevere. Come consuetudine, a quell’ora ed in quel tratto, c’è un traffico tale che più di un turista , nel vedere l’imponente muro di automobili, scappa terrorizzato in direzione dei colli romani convinto che Veltroni abbia invitato i romani a lasciare la città a causa dell’imminente impatto di un asteroide su Castel Sant’Angelo.Completamente immobile nel traffico, osservavo rapita le imbarcazioni risalire il Tevere, notando non senza stupore che su una canoa a cinque il terzo canoista in canottiera a righe blu era in realtà una pantegana di settantotto chili che pagaiava con notevole impegno, quando ad un tratto ho sentito un frastuono assordante.Un motorino, uscito dal tunnel a tutta velocità, s’era letteralmente schiantato contro la mia automobile ferma. Ho aperto allarmata lo sportello e mi sono trovata davanti una scena raccapricciante: un uomo di una quarantina d’anni circa era sdraiato sull’asfalto con evidenti graffi sulla mano destra ma perfettamente lucido e vigile. Vi chiederete cosa ci fosse di così raccapricciante in questa scena. Un po’ più in là , volato via dal portapacchi al momento dell’urto , giaceva riverso sull’asfalto l’allegato del giovedì di Repubblica, ovvero le poesie tedesche. Molti automobilisti sono scesi a prestare soccorso e tutti hanno avanzato il sospetto che la distrazione dell’uomo fosse stata provocata dal profondo torpore indotto dalla lettura del volume. Il poveretto, affranto, ha confessato di aver letto due poesie di Rilke prima di salire sul motorino benché sia la moglie che i figli gli avessero vivamente sconsigliato di mettersi in viaggio e s’è assunto la responsabilità dell’incidente.Dopo dieci minuti circa è arrivata l’ambulanza e mentre gli infermieri infilavano il collarino al tizio a me toccava un supplizio ben più gravoso: rispondere a tutti i passanti che con lo sguardo beota mi ponevano l’arguta domanda: “Oddio, c’è uno per terra! Che è successo?” e sforzarmi di non replicare : “Niente, quello che vedi per terra è un alieno venuto a visitare i musei vaticani e quella cosa lampeggiante su cui lo stanno caricando è la nave madre incaricata di venirlo a riprendere. Soddisfatto pezzo di idiota?”Ad ogni modo, partita l’ambulanza e spiegato ai vigili cosa era successo, pensavo di potermene tornare finalmente a casa. Qui viene il bello. Per legge, che l’accaduto sia o no colpa tua, finchè in ospedale non viene accertato con precisione lo stato di salute del paziente, tu non puoi muoverti dal luogo dell’incidente. In pratica, se i dottori stabiliscono che la prognosi è riservata la tua autovettura viene sottoposta a sequestro, se invece il paziente è “codice giallo” la faccenda finisce lì. E non è che uno può attendere a casa o che so, in una caserma dei carabinieri. No. Deve restare lì. Ora, io vi prego di provare solo lontanamente ad immaginare l’assurdità della scena: io praticamente sotto sequestro sul Lungotevere e due vigili che ogni mezz’ora chiamavano l’ospedale San Giacomo domandando “Come sta il paziente?”. Dopo due ore di attesa ho cominciato a preoccuparmi di come mi sarei procacciata il cibo nei giorni a venire, ragion per cui ho ricavato delle lance rudimentali dalle spazzole tergicristalli ed ho cominciato a pescare del pesce di fiume nel Tevere. Dopo quattro ore di attesa sono sopraggiunti pensieri macabri del tipo “Se per caso il poveretto non ce la fa devo aspettare la tumulazione?”. Dopo cinque ore , quando pensavo seriamente di telefonare ad un mio zio ex-galeotto e chiedergli di andare al San Giacomo a sopprimere il paziente per metter fine alla sua e alla mia agonia, è arrivata la bella notizia. Il tizio aveva solo una costola incrinata. A quel punto sembrava indelicato andarsene così , dopo sole sei ore d’attesa, ragion per cui ho salutato i vigili e, come dovrebbe essere previsto dalla legge, sono rimasta lì finchè in ospedale non è arrivata la suocera a portargli i cioccolatini.

Mo’ basta!

D’accordo. E’ stata lanciata da un giochino telefonico condotto su La 7 in cui parlava di sesso a ruota libera. Ormai però di anni ne sono passati parecchi. Ora qualcuno può spiegare a quel gran pezzo di ragazza di Jane Alexander che all’altro capo del telefono non c’è più nessuno telespettatore arrapato e che dopo alcuni suoi gesti ad alto tasso di trasgressione quali una recente maternità ed un ruolo in “Elisa di Rivombrosa”, non è più il caso che parli sempre col tono di voce di una che è in un letto ad acqua con Brad Pitt? Ve ne sarò grata.