Navigate / search

Mondo cane

Con una gioia quasi materna posso finalmente annunciare che il mio cane Fujiko ha definitivamente smesso di trascorrere le sue giornate abbaiando con ferocia allo scopettone del cesso.Ora se la prende con tutti i passeggini in cui ci sia un bebè a bordo. Se le passano di fianco un’automobile, un furgone, un tir, un cingolato anfibio o un lanciamissili lei non fiata. Ma se per caso intravede dall’altro lato della strada un quattroruote della Chicco, inspiegabilmente, diventa una belva feroce, tant’è che fosse maschio l’avrei già ribattezzato Erode.Mi fa comunque apprendere tramite posta elettronica, che non sono la sola ad avere qualche problema con quello che dovrebbe essere il migliore amiuco dell’uomo…’tacci sua.Ricevo e pubblico:Ciao S.Non prenderti male per le bizzarrie dei meticci, peggio ancora delle meticce. (Tra l’altro “meticcio” è brutto, e “bastardo” è passato di moda e poi ha perso un po’ il suo valore semantico originario. Noi abbiamo decisoche il nostro cane – che è talmente meticcio che il veterinario non è stato in grado di dirci quali fossero le sue ascendenze [temiamo sia stata concepita durante un gang-bang in un canile] – è di purissima razza”gnappo”.)Ne abbiamo una in casa pure noi (ormai da un anno e mezzo) e continua ad essere un po’ fuori. Noi immaginamo i meticci – soprattutto quelli presi alcanile – come fossero dei piccoli clochard: gente affettuosa e tenera ma, visti gli stenti passati, un po’ folli e non profumatissimi. La mia cagnetta Daisy, per esempio, ha il terrore dei pupazzi di neve.Appena ne vede uno inizia ad abbaiare furiosamente. E non c’è verso di farle capire che è innocuo. Il bello è che se fai un cumulo di neve lei resta indifferente. Non le piacciono proprio i pupazzi. Con mio grande dispiacere, tra l’altro, la mia cagnetta – che temo sia stata svezzata dal mio odiatissimo concittadino On. (si fa per dire) Mario Borghezio – abbaia a tutte le minoranze etniche e morali e a tutte le”categorie deboli” della società: extracomunitari neri e maghrebini, anziani col bastone, portatori di handicap, gente in carrozzella, persone che zoppicano, fumatori di sigaro (in questo caso fa bene). Mancano solo più levedove e i reduci della guerra 15-18… Mi obbliga a chiedere scusa a mezza Torino, ma nonostante questo è un cane adorabile! In compenso adora lo Zecchino D’oro. Se per caso lascio la TV su Rai 1 e sfortunatamente inizia il tormentone coi bambini che cantano, si piazza di fronte allo schermo e non va via fino alla sigla finale. Mi è pure parso che batta il tempo con la coda, ma confesso che al secondo giro del “Valzer della Polenta” cantato da due piccoli solisti di Isernia sfioro lo stato allucinatorio.Non molte sere fa ha cercato di catturare gli elicotteri sul televisore mentre guardavamo il DVD della riedizione di “Apocalypse Now”. Quindi ufficialmente ho il cane vietcong.In ogni caso, il bello dei cani gnappi è che si fanno amare anche per leloro stranezze, visto che i cani di razza spesso e volentieri sono unpo’ottusi. Anzi, forse proprio per le loro bizzarrie sono assolutamente più”umani”.Ciao! Enrico.http://suzukimaruti.splinder.it

Leave a comment

name*

email* (not published)

website