Navigate / search

La verità su Totti e Flavia

So che l’argomento è delicato ma uno scoop è uno scoop e del resto la stampa non si fece scrupoli, anni fa, di fronte alle corna di Hilary Clinton, figuriamoci se io me li devo fare di fronte a quelle di Ilary Blasi. In esclusiva mondiale su questo sito, ecco a voi la trascrizione senza censura alcuna della conversazione tra Francesco Totti e Flavia Vento durante la rovente notte d’amore di cui tanto si parla: Totti: L’abagiù accesa te dà fastidio? Vento: Ma no, a me un po’ de musica de sottosfondo me piace. Totti: Pure a me. Vento: Ah, allora guarda, lì sur comodino ce sta er cofanetto coi pezzi de Lucio Battisti. Totti: Er cofanetto??? Amo’ ma che te tieni le ceneri de un morto in casa? Mortacci che impressione! Vento: Senti, che dici, famo sesso… sicuro? Totti: So’ sicuro sì, sennò che ce stavo a fa’ qui? Vento: Te va de cambia’ posizione? Totti: Io pe’ ste cose devo sentì Bruno Conti, nun è che me posso spostà a destra senza dijelo prima al mister. Vento: Francè, dimme la verità: ma co’ Ilary nun lo fai più? Totti: Sai che c’è, è che da quando io mi ho laureato co’ Cepu, se vole fa’ ‘na cultura pure lei e mo’ a letto nun fa’ artro che legge. Vento: Davero? E che legge? Totti: Mo’ me pare che sta a legge un romanzo che s’intitola “Il ritratto di Sonia Grey”. Vento: Ma insomma la lasci o no? Totti: Nun lo so. E’ che poi io e te annamo a finì su tutte le copertine. E poi pora Ilary, te immagini come finisce pure lei? Vento: Co’ la ipsillon, come ha da finì Illary? Totti: Ah Fla’, poi hai sentito che ha detto Illary. Che ormai semo in tre! Vento: Sì vabbè , ma nun è che io te e Illary potemo sta in tre tutta la vita amò, te devi da decide! Totti: Devo fermà un attimo er cervello sennò divento matto. Vento: Francè, nun s’è mai mosso. Totti: Sì perché invece er tuo se move a ritmo de samba! Beh, mo’ vado. Forse glielo dico a Illary. Me l’hanno insegnato pure ar Cepu: carpe diem! Vento: E che vor dì? Totti: Che me devo godè la vita! Vento: Ah mbè, allora in latino ne so’ una pure io amo’! Totti: Dimme. Vento: Memento mori! Totti: E che vor dì? Vento: Che prima de raccontà tutta ‘sta storia me devo ricordà de telefonà a Lele Mora! Totti: Brava amo’.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website