Navigate / search

Aiutiamoli!

Mi sono sposata solo qualche mese fa, per cui so bene quante spese bisogna affrontare per organizzare anche il più semplice dei matrimoni. E’ per questa ragione che ho deciso di dare una mano, quando posso, a quelle coppie che tra mille rinunce e sacrifici stanno mettendo su casa. In questi ultimi giorni ho preso a cuore la storia di una coppia che vive un problema comune a molte altre: lui ha un lavoro fisso, lei saltuario, quindi c’è un solo stipendio certo alla fine del mese. Desiderano un figlio ma ora si trovano ad affrontare le spese del matrimonio e della nuova casa, per cui forse dovranno attendere ancora un bel po’. Sappiate che non amo rendere pubblici i miei gesti di solidarietà perché la cosa puzza di auto-propaganda, ma questa volta ho bisogno di voi, per cui farò un’eccezione. Ho deciso di aiutare questa giovane coppia perché è giusto offrire il nostro sostegno alle persone meno fortunate di noi e vi chiedo di fare altrettanto. Vi spiego brevemente come: dunque, lei, come accennato sopra, non ha mai avuto un lavoro fisso. Adesso, pur di aiutare il marito a pagare il mutuo e comprare i sanitari del bagno della casa in cui andranno a vivere dopo sposati, si è lanciata in un’avventura professionale del tutto nuova. Rischia moltissimo, anche perché il compagno l’ha sostenuta economicamente in quest’impresa: le ha dato da investire i soldi che aveva messo faticosamente da parte per acquistare il televisore quindici pollici e lo Scaldasonno Imetec. Come possiamo aiutarla? Semplice. Sosteniamola nella sua nuova attività. Sono solo sette euro. Rinunciando ad una pizza possiamo aiutare lei ed il suo compagno a comprare almeno il boiler della loro nuova umile dimora.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website