Navigate / search

Ilaria D’Amico

Una giornata con Ilaria D’Amico

Ore 10 del mattino Ilaria D’Amico viene svegliata dallo squillo del telefono. Alla domanda : “Ho letto le sue preferenze ma non mi sono parse molto chiare. Ha finalmente deciso cosa vuole veramente?” Ilaria risponde che deve valutare attentamente perché ci sono proposte molto interessanti sia da Mediaset che dalla Rai che da Sky ma proposte interessanti le sono arrivate anche da TeleCapri, Radio Birichina e Pippo Inzaghi, per cui deve capire se ci sono le condizioni e quindi per ora non c’è nulla di concreto. Ore 10,01 L’addetto alle colazioni dell’hotel Park Hyatt dall’altro capo del telefono le spiega con un certo imbarazzo che intendeva dire che il foglio della colazione da lei compilato non si leggeva bene e che quindi voleva chiarimenti circa la sua preferenza tra le uova sbattute o alla coque. Ore 10,02 La D’Amico chiede scusa per l’equivoco e specifica indignata che ovviamente preferisce le uova alla coque e che le uova sbattute le fanno orrore perché l’idea che nel 2005 delle uova si facciano sbattere auto-mercificandosi e svilendo così la loro dignità di uova pensanti è un’idea davvero terrificante e maschilista. Ore 11,00 Ad un giornalista di “Libero” che le chiede quale sia il suo stile di vita la D’Amico risponde che è una contemplativa, ama il basso profilo e detesta la vita mondana, le basta un bicchiere di vino, la compagnia di pochi semplici amici e la lettura di un buon libro. Ore 11,01 Ilaria sale sulla barca di Giovanni Malagò. La navigazione all’insegna del basso profilo è allietata dall’esibizione di alcune raffinate amiche di Malagò che ballano la lapdance strofinandosi all’albero maestro. Ore 11,15 La D’Amico si fa lasciare a Genova dove partecipa in veste di madrina alla festa esclusiva organizzata degli imprenditori ittici nazionali “Il caciucco e Costantino. Come difendere il prodotto nazionale dall’agguerrita concorrenza cinese”. Ore 11,30 La D’Amico parte per la sua vacanza di meditazione in uno dei tanti templi tibetani situati a Formentera. Ore 12,30 Ad un giornalista di “Repubblica” che le chiede quale sia il suo colore preferito tra il verde e il rosa, la D’Amico risponde seccata che sì, lei è la migliore amica di Monica Bellucci ma che queste sono faccende private che non ama sbandierare e che l’amicizia con Monica non è certo il suo argomento di conversazione preferito ma i giornalisti non fanno che chiederle questo. Ore 12,35 Ad un tassista che le chiede se preferisce fare la tangenziale o tagliare per il centro Ilaria risponde che la Bellucci quando viene a Roma dorme a casa sua e che lei e Vincent Cassel si danno anche le pacche sul culo che tanto Monica non è gelosa e che comunque queste sono faccende private ma i tassisti purtroppo non fanno che domandarle della sua amicizia con Monica. Ore 13,00 Ad un giornalista de “Il giornale” che le chiede se abbia sponsor o parentele influenti Ilaria risponde che lei non ha supporter, che è per la meritocrazia, che i raccomandati e i figli di papà le fanno orrore ma che ora non può continuare l’intervista perché ha un appuntamento in sala da thè con le sue grandi amiche, l’attrice Rosalinda Celentano e la regista Maria Sole Tognazzi. Ore 16,00 Ad un giornalista de “il Resto del Carlino” che le domanda se corrisponda a verità la voce insistente secondo la quale abbia la fastidiosa abitudine di arrivare tardi e far aspettare tutti. Ilaria risponde che è una falsità ma che ora non ha tempo di aggiungere altro perché si sta precipitando a visitare il feretro di Giovanni Paolo secondo in San Pietro prima che lo tolgano. Ore 17,00 Ad un giornalista di “Topolino” che le domanda il perché sia sfumata la sua candidatura alla conduzione di Verissimo, la D’Amico risponde che c’era una diversità di vedute col direttore del tg 5 Carlo Rossella su questioni fondamentali: lui è un accanito sostenitore della trifacciale, lei della capsula. Ore 18,00 Ad una giornalista di “Mondo Wrestling” che le domanda se lascerebbe mai la tv Ilaria risponde che lo farebbe solo per una vicepresidenza reale. A tal proposito, ultimamente le sembra che Dick Cheney abbia gli occhi un po’ cerchiati e secondo lei Bush ha bisogno di un vice più solido e temprato dalle fatiche della vita: a dirla proprio tutta Cheney avrà pure combattuto in Vietnam ma lei s’è fatta quaranta puntate di “Campioni”. Ore 18,30 Ad un giornalista di “Pianeta brugola” che le chiede che trasmissione le piacerebbe condurre, la D’Amico risponde che sogna una trasmissione a metà tra Porta a Porta e Mi manda Rai Tre. Fervono già i preparativi. Nella prima puntata si prevede ospite Anna Maria Franzoni che racconterà la triste vicenda di cui è stata protagonista tra le otto e le otto e dieci di quella tragica mattina di Gennaio in cui due tizi le fecero firmare un foglio e acconsentì così all’acquisto di una parure di lenzuola in seta e un piumone d’oca. Ore 19,00 Ad un giornalista di “Io carrozziere” che le domanda cosa le abbia detto Berlusconi quando si sono incontrati Ilaria risponde arrossendo e quasi esitando per eccesso di modestia che Berlusconi le ha detto che è più carina dal vivo e che se non fosse che lui una moglie ce l’ha già, per giunta comunista, un pensierino ce l’avrebbe fatto. Infine si sono congedati convenendo sul fatto che lui aveva proposto un milione di posti di lavoro e che ‘sto milione di posti se l’è fottuti tutti lei. Ore 19,05 Ad un giornalista de “L’orto che desideri” che le domanda se sia vero che le hanno proposto un calendario osè, la D’Amico risponde che erano indecisi tra lei e la Jolie solo che lei ha chiesto un milione di euro, mentre la Jolie ha chiesto semplicemente che il direttore di “Max” Giuseppe Di Piazza le tenga Maddox , il suo bambino cambogiano, la settimana di Ferragosto e a quel punto la trattativa s’è arenata. Ore 19,20 Ad un giornalista di “Fiori secchi che passione” che le domanda se è vero che lei colleziona libri antichi, ha come consiglieri di fiducia Pietro Calabrese, Sandro Curzi e Vittorio Feltri, legge montagne di libri, ha una sfrenata passione per il diritto internazionale e si occupa di fornire continuo nutrimento alle proprie cellule cerebrali, la D’Amico risponde che sì, è tutto vero. Ore 19,30 Ilaria D’Amico viene fotografata mano nella mano in riva al mare con Bobo Vieri.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website