Navigate / search

Ma tu guarda il caso

Siccome la mia casella di posta elettronica è da giorni letteralmente intasata da mail in cui mi si pongono complesse domande sulla teoria tolemaica del cosmo e sulla rivoluzione copernicana, rispondo qui sul blog una volta per tutte: no, le foto del famigerato incontro a luci rosse tra Diego Conte e Brigitta Bulgari io nei camerini o durante le pause pubblicitarie de La Talpa non le ho viste.

Però un mio gentile lettore ha pensato bene di inviarmele via mail e vi posso dare un’anticipazione: grazie alla mia preziosa segnalazione, una giuria tecnica ha deciso di togliere il premio “World Press Photo 2004” ad Arko Datta, autore della foto in cui una donna indiana piange accanto al corpo del figlio dopo lo tsunami e ha deciso di consegnarlo all’autore del memorabile scatto che ritrae Brigitta Bulgari chinata sulle mutande di Conte per accertarsi che l’etichetta abbia la dicitura “lavare a sessanta gradi” e possa così buttarle in lavatrice con le lenzuola. Il video, invece, me lo sono persa. Però un altro gentile lettore mi segnala l’esistenza di un sito che lo mette a disposizione dei navigatori. A pagamento. Siete grandi e vaccinati per cui, fate un po’ quel che vi pare. C’è gente che spende decine di euro per scaricarsi le suonerie de “La Rana Pazza”, per cui figuriamoci se mi stupisco se qualcuno decide di spendere soldi per vedere Diego Conte in versione hard. E comunque Diego Conte, secondo il mio modesto parere, ha la tipica faccia di quello che non ci impiega molto a sbrigare la pratica, per cui, come si legge sul sito, questo è il costo delle tariffe al minuto (2,40 € sc.risp.+ 2,34€ minuto da telefono fisso; 0,18 € sc.risp.+ 2,20€ minuto da cell. TIM; 1,20 € sc.risp.+ 3,12€ minuto da cell. VODAFONE. 0,15€ sc.risp.+ 1,86€ minuto da cell. WIND), ma se tanto mi dà tanto il video dura una decina di secondi. Il sito è QUESTO. Vale una visita solo per leggere la credibilissima versione dell’accaduto. Sul sito infatti, l’esistenza del video viene spiegata così: “Questi che raccontiamo sono i retroscena di un video incredibile, nato da un casuale intersecarsi di eventi, ma che, certamente, non passerà inosservato. L’obbiettivo indiscreto di una telecamera rimasta accesa ha registrato una situazione molto intima che nessuno avrebbe mai potuto immaginare neanche nel più audace dei reality e che non si sarebbe mai dovuta diffondere. Il materiale che è nato da questa dimenticanza è risultato essere davvero interessante, ma soprattutto è ormai entrato in nostro possesso! Protagonisti di questa vicenda sono due personaggi ormai famosissimi. Lei è la bellissima Brigitta Bulgari, il sogno di ogni uomo, la dea incontrastata delle fantasie più piccanti, la biondissima stella di “Cronache marziane”. Lui è il bel intellettuale, il ragazzo più corteggiato del momento, il sensualissimo Diego Conte, arrivato al successo sul trono di “Uomini e donne” e diventato, in brevissimo tempo, l’idolo di tutte le donne, anche lui sogno proibito di moltissime ragazze, approda poi, con tutta la sua carica di fascino, nel programma televisivo “La talpa 2”. L’incontro tra questi due sex symbol non poteva che innescare l’esplosivo più potente di tutto il web, un evento che non lascerà indifferenti. La domanda ora è come sia stato possibile essere riusciti a girare un video di questo tipo, senza che i due se ne siano accorti e soprattutto come sia stato possibile entrarne in possesso. Come, lo diciamo subito. Diego Conte è stato invitato a Budapest da una società ungherese per partecipare ad un programma televisivo ed essere intervistato da alcuni giornali. Tema centrale dei servizi, il confronto tra i reality show in Italia e quelli in Ungheria. Naturalmente non poteva mancare una madrina d’eccezione come Brigitta Bulgari, perché oltre ad essere una bella presenza per la buona riuscita del lavoro, era anche una guida perfetta per l’ospite e un’ ottima interprete per la traduzione dall’ungherese all’italiano. Una scelta ideale e quasi d’obbligo per la società organizzatrice.

In questa occasione i due si sono conosciuti e sono stati protagonisti anche di un servizio fotografico in esterni, per le bellissime vie di Budapest, e di alcune pose realizzate nella suite di un grande albergo, che servivano alle testate giornalistiche per arricchire gli articoli. Molte di queste foto siamo riusciti a renderle disponibili sempre su questo sito. Come si è arrivati ad ottenere l’incredibile video? Se siete pronti ci arriviamo. I ragazzi sono stati sempre seguiti da un operatore, con tanto di telecamera, ingaggiato per effettuare il backstage di tutto il lavoro. Tutto questo si intuisce dalle parti del video che precedono i momenti più caldi. Proprio in camera d’albergo, l’operatore, dopo le ultime foto scattate, ha appoggiato la telecamera su un tavolo, lasciandola sbadatamente accesa ad inquadrare una porta e un divano. Quello che è accaduto dopo che la troupe è andata via e Diego e Brigitta sono rimasti soli per riposarsi un attimo e farsi una doccia prima di andare a pranzo, è qualcosa d’inaspettato ed eccitante. Si vede chiaramente che da una conversazione tra i due, nasce una complicità e un feeling particolare che li trascina all’inevitabile conclusione, frutto di un’attrazione irrefrenabile. In fondo chi mai sarebbe stato capace di resistere alla conturbante avvenenza di Brigitta? L’occhio della telecamera entra nella loro privacy per registrare e documentare la passione che lentamente li travolge e li rende protagonisti di questo sensazionale video che non lascia nulla all’immaginazione, un cocktail audace e intrigante che va consumato senza prendere fiato. Inconsapevoli di essere spiati, si lasciano andare. Il caso ha voluto che Diego Conte e Brigitta Bulgari firmassero una liberatoria per cedere tutti i diritti di ciò che era stato realizzato in quei giorni, dall’apparizione televisiva al servizio fotografico, incluso, naturalmente, il video del backstage con specificata la dicitura “nella sua versione integrale e completa di ogni sua parte”, senza immaginare minimamente che cosa contenessero quelle cassette. Oltre alle immagini di backstage, le registrazioni hanno immortalato, per caso fortuito, immagini tanto hard che nessuno avrebbe mai dovuto vedere… …ma ormai è troppo tardi!” Ora sulla storia sapete davvero tutto. E mo’ qualcuno s’azzardi a dire che il mio non è un blog di servizio. p.s Mi scrivono ancora via email: “Il video si può vedere, basta scaricarlo da emule, 10 minuti di pura finta… !! Addirittura c’è qualcuno che zoomma !”

Leave a comment

name*

email* (not published)

website