Navigate / search

La coerenza è un optional

3 MARZO (Tratto da TgCom) Parla Angela Cavagna: Io non sono la riserva di nessuno, la produzione mi vorrebbe recuperare, ma io sinceramente non sono una toppa dei pantaloni!” …“Certo che non volevo partire, ero appena entrata. Ma adesso a giochi fatti, le alleanze sono evidenti, non mi sembra proprio il caso”. Barbara D’Urso durante la puntata di mercoledì ha insistito molto. “Infatti, l’ho trovata anche molto maleducata. Non mi ha lasciato rispondere, mi azzittiva come una bambina. Evidentemente aveva il dente avvelenato”. Trova? “Ma certo. Poi aveva un tono di sfida che non mi è piaciuto per niente. Se uno ha qualcosa da dirmi è meglio che me lo dica in faccia”. Anche lei trova che ci sia una sudditanza psicologica nei confronti di Katia Ricciarelli? “Assolutamente sì. L’ho anche detto in trasmissione. Lei rappresenta la Juventus e non la si può contrastare”. Ma secondo lei anche la D’Urso? “Sicuramente Katia le è più simpatica di molti altri”. 4 MARZO (Tratto dal blog di Portento) Parla Portento: Angela Cavagna ritorna in Fattoria grazie anche a voi !!!!!! La battaglia fatta contro le cammellate in tivù ha avuto il giusto esito. Spero che questa mia “crociata” serva a fare giustizia anche per altre persone ingiustamente escluse al di fuori del mondo effimero dello spettacolo. Io ce l’ ho messa tutta e voi mi avete aiutato. Grazie a tutti!” E’ evidente che la coerenza è un optional di famiglia per i coniugi Tric & Trac, contrariamente alla spiccata affinità: la Cavagna sembra provenir da una costola del marito quando snocciola argomenti quali “sudditanza”, “Juventus” e “cammellate”. Che sia stata plagiata? Pare che Portento, durante la prima settimana di corteggiamento, l’abbia portata ad un auto-lavaggio (del cervello) conquistandola definitivamente. Ma sono solo voci.

Non sono solo voci invece quelle che narrano di una discussione tra Selvaggia e Kationa, le due hanno rischiato il litigio a causa di un fraintendimento ma si sono chiarite in breve tempo. E se la Ricciarellona è la Juventus, la Nostra chi sarebbe? Minimo il Milan. Con la sola differenza che l’esito di questo campionato è per fortuna meno scontato. Il Cervia intanto (Alessia Fabiani) litiga con San Clemente collezionando l’ennesimo figurone. L’ex letterina propone di far dormire il cane nel dormitorio. Il buon Pernarella la riprende: “Non si può permettere al cane di entrare e sporcare e poi mandarlo fuori. Tu sei allergica e l’hai scacciato quando hai visto che stavi male. Io amo i cani, ne ho uno, ed è proprio per questo che dico che non si può chiamarlo dentro e poi ricacciarlo fuori quando si vuole. Chi ama i cani non è colui che ci gioca cinque minuti e poi non se ne occupa più. Tu hai mai dato da mangiare o da bere al cane?…”. Alessia fa segno di no e se ne va con la coda tra le gambe. Siamo sicuri che fosse una coda? E se si, era quella del cane? Matteo Pedrosi, il Selvaggio e_mail: mattpedro81@hotmail.com *Vignetta di Ettore Frangipane*

Leave a comment

name*

email* (not published)

website