Navigate / search

Maria Laurà Rodotà detta “il Cecche”

Credo sia superfluo star qui a spiegare chi è Maria Laura Rodotà, comunque, per quei pochi che non lo sapessero, è (tra le altre cose) una nota giornalista, direttrice di riviste femminili assai snobbette e editorialista del Corriere della sera. Tanto per fare un esempio, è colei che quest’estate ha definito il mare di Capalbio “coloristicamente incerto” provocando le ire funeste di mezza sinistra radical chic, incurante del fatto che se c’è qualcosa di coloristicamente incerto al mondo è il suo incarnato a metà tra l’ocra e il terra di Siena. La super-cool Rodotà, tra le altre cose, risponde alle domande dei lettori su un forum di discussione all’interno del sito del Corriere della sera. Bene. Nel leggere una sua risposta ad un tizio che le chiedeva un parere sull’ormai famosa bestemmia di Ceccherini mi sono scompisciata dalle risate. Leggete, vi prego: —- ak47 scrive: Ma che cagnara per una bestemmia scappata al povero Ceccherini in una situazione estrema. Landolfi si indigna e vuol bloccare il programma, sono d’accordo con lui ma per altri motivi, il programma è una boiata e la Ventura non la si regge proprio più. Suvvia si sa che tra toscani, veneti e bergamaschi/bresciani la bestemmia è considerata quasi un intercalare e invece quanti sepolcri imbiancati in giro …. Sarà forse colpa della cultura cattolica (senza cattolici praticanti) di cui tutti si riempiono la bocca in questo stramaledetto paese. Tu che ne pensi MLR e voi cari forumisti? Risposta di Maria Laura Rodotà: Che se va così bisogna inibire una serie di impieghi e qualunque attività pubblica a un italiano/a su due che abbia fatto il tratto Firenze-Bologna della A1. Hai ragione, l’Isola è desolante e Ceccherini pessimo, ma non per le bestemmie. Non siamo ipocriti (in Italia siamo ipocritissimi, sulle bestemmie). A molta gente capita. E’ capitato anche a me (sul tratto Firenze-Bologna più di una volta). E a voi? Ps. Per chi giustamente non la trova una bella cosa. Io ho smesso del tutto quando una mia amica mi ha spiegato che bestemmiare porta male. Tenerlo presente sarà irrazionale ma è utile. (…) —- Ora non so voi, ma a me immaginare la Rodotà all’altezza di Roncobilaccio col suo rossetto Dior, la Prada Gauffre bag sul sedile posteriore e il gomito fuori dal finestrino intenta a smadonnare a destra e a manca con il navigatore satellitare da una parte e il baracchino da camionista dall’altro, beh, è una di quelle cose che m’allieta la giornata.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website