Navigate / search

L’isola dei famosi 5 (seconda puntata- Alessandro magna!)

Su TISCALI il mio commento alla seconda puntata dell’Isola dei famosi. ( e anche qui di seguito, al solito) Finalmente abbiamo una certezza: ieri sera, dopo l’apparizione della Ventura avvolta dagli stessi due fasci di luce che riproducono le torri gemelle a Ground Zero, è diventato chiaro che sulla telecamera che la inquadra in primo piano non è stata messa la classica calza spiana-rughe ma un paio di collant contenitivo 750 denari indossato da Valeria Marini ad una festa di compleanno di Francesco Pingitore nel ‘98. In mezzo a questi sobri effetti speciali, la Ventura, con l’enfasi delle grandi occasioni, esordisce annunciando al pubblico che di lì a breve si assisterà ad un evento epocale, ovvero all’incontro emozionante tra l’olimpo delle celebrità e la gente normale, all’esperimento sociologico del secolo, all’innesto tra i vip e i normali. Ora. Io capisco che saranno almeno vent’anni che la Ventura percorre avanti e indietro la tratta Porto Cervo – Billionaire- Via Montenapoleone e che l’ultima persona comune che ha visto di recente è l’ostetrica che l’ha pesata alla nascita, ma qualcuno per cortesia la può informare del fatto che sul pianeta terra banchieri e casalinghe non vivono nelle riserve assieme agli gnu, né nella rete fognaria che scorre sotto le città popolate dai vip e neppure nelle voliere assieme ai pappagalli del Madagascar e che ogni tanto capita che Sabrina Ferilli e Marisa la cassiera dell’Esselunga facciano la fila allo stesso semaforo? E che l’incontro tra vip e normali sull’isola dei famosi non ha esattamente la stessa rilevanza storica di quello avvenuto tra Cristoforo Colombo e gli indiani d’America? E soprattutto, che il grande fratello è arrivato all’edizione numero sette per cui forse il fatto che persone comuni partecipino ad un reality non è esattamente l’invenzione del secolo? O dobbiamo aspettarci che nella prossima puntata Simona annunci con gioia di aver inventato una cosa rotonda che gira con dei raggi in mezzo? Comunque, basta chiacchiere e arriviamo al nodo centrale di questa seconda puntata dell’isola dei famosi, ovvero: non è successo una mazza. Niente di niente. Nessuna scivolata sul pecoreccio, non un doppiosenso, neanche una bestemmiuccia sussurrata all’orecchio. Sì, d’accordo, Simona ci ha regalato una perla delle sue ricordando a Miriana che “anche l’occhio vuole la sua vista!”, Dj Francesco ha sbagliato il nome di un concorrente e per giustificarsi ha affermato: “Scusate ma io soffro di catarrata!” lasciando intendere che a lui dai condotti lacrimali esce catarro, ma per il resto nulla di memorabile. O meglio (e chi segue le strisce quotidiane o il diario dell’isola su internet lo sa), qualcosa in settimana sarebbe pure successo ma non ce l’hanno mostrato. In particolare, sono stati misteriosamente imboscati i filmati che mostrano palesemente che Alessandro Cecchi Paone è l’uomo meno ambiguo al mondo dopo Marcello Dell’Utri, Truman Capote e Luciano Moggi e che Cristiano Malgioglio sotto al boa di struzzo e pailettes nasconde un kalashnikov, che finge di essere uno dei “Village people” ma in realtà è Marilyn Manson. Capisco non voler condannare a eliminazione certa i due unici personaggi dell’isola dopo la prima puntata, ma qui tocca fare un po’ di giustizia, per cui un po’ di cose (alcune viste ieri sera ed altre no) ve le racconto io: – Dj Francesco saluta il pubblico a casa con un cucciolo di boa in mano. Opportunamente, lancia alla nazione un messaggio di quelli preziosi: “Mi raccomando, non comprate cuccioli di boa perché sono specie protette!” e prima che riesca a sensibilizzare l’opinione pubblica su altri due temi particolarmente sentiti in Italia quali la desertificazione in Mongolia e l’alopecia delle foche monache, Simona lo azzittisce per ripassargli la parola tre ore dopo. Ricordo agli honduregni che il boa in Honduras è una specie protetta ma Dj Francesco in Italia no, per cui sono liberi di impallinarlo quando vogliono. – Nicola Savino, dopo dieci minuti di diretta, ha l’aria di divertirsi più o meno come quando Linus nel loro programma mattutino su Radio Deejay, gli racconta delle sue corse campestri in cui riesce a seminare orde di diciottenni etiopi o il contenuto calorico del cesto della merenda del figlio Filippo. – Maria Giovanna Maglie, che ha una somiglianza sempre più inquietante con la strega Ursula de “La sirenetta”, ha due grandi rivelazioni da fare: la prima è che nei tre giorni di Miss Italia, Bin Laden ha trovato rifugio nella parrucca di Loretta Goggi, ma decide di tenerla per sé perché il mondo non è ancora pronto. La seconda è che vedendo il gruppo dei non famosi all’opera, s’è convinta che siano lo specchio del nostro paese e della gran voglia di fare che c’è negli italiani. Signora Maglie, le spiego una cosa: di questi sei italiani con una gran voglia di fare, uno s’era rotto le balle di tirar su muretti a secco, altre due hanno detto chiaramente che non ne possono più di lavare pedalini ai mariti, un altro ha voglia di fare il finanziere quanto io di fare la toelettatrice per pittbul. Insomma, questi italiani qui, mi creda, non hanno voglia di fare una mazza e se si trovano lì è perché tornati a casa sperano di guadagnare quello che guadagnano in sei mesi di lavoro andando a inaugurare una pizzeria al taglio con Sara Tommasi e Milo Coretti. – Veniamo al protagonista assoluto di questa edizione dell’isola, ovvero Alessandro Cecchi Paone. La sua cassa d’abiti è andata persa in mare nella precedente puntata ma vista la camicia fantasia che indossava ieri sera, deve aver trovato sulla battigia quella persa in un precedente naufragio da un personaggio a scelta tra Pippo Franco, Mirko dei Trettrè e Johnson dei Righeira. Come prevedibile, è finito in nomination, per cui andiamo ad analizzare le ragioni per le quali ‘st’uomo s’è attirato tutta questa antipatia. Intanto ora è chiaro che nel suo caso il termine bisex ha un’accezione particolare, ovvero lui è bisex nel senso che scassa contemporaneamente le balle come una donna in piena sindrome premestruale e come un uomo che s’è appena evirato tirando su la lampo dei pantaloni. Nella scorsa puntata ha affermato di non desiderare sparlare alle spalle dei compagni mentre nelle strisce quotidiane non lo si è visto far altro, assieme alla Salvalaggio, che riservare una buona parola per tutti : dopo aver esaurito argomenti benevoli quali “le donne sono invidiose”, “qui tutti si accaniscono sui più deboli”, è passato a sostenere che Gandhi era una bestia di Satana, che Madre Teresa di Calcutta giocava ai cavalli e che lui il 13 agosto ha visto con i suoi occhi Simona Ventura in sella a una bicicletta a Garlasco. Piccola annotazione sulle preoccupanti dimensioni della sua pancia: durante una puntata di “Appuntamento con la storia” s’è ingoiato il plastico di un velociraptor? E’ in arrivo un nuovo coming out e ci dice di aspettare un figlio da Grillini? Piccola richiesta ai parenti: non è che in sua assenza qualche buon anima può manomettere la macchina del tempo che tiene al centro del salotto in maniera tale che al suo rientro, non appena ci appoggia un pollice, compia un salto temporale all’indietro di qualche centinaio di secoli e si ritrovi nel bel mezzo del colosseo davanti a sedici fiere incazzate come bisce? E ancora, visto che ha affermato che si spendono più energie nel pescare per poi mangiare dei pesci minuscoli, che a passare le giornate dormendo senza mangiare, ecco, seguendo la stessa logica non è che si potrebbe spaccare una noce di cocco in testa da solo così da far risparmiare le energie che occorrono agli altri naufraghi per farlo loro, trascinare il corpo sulla battigia e dividerlo in tranci come un salmone? Miriana Trevisan ha detto tre parole in tutta la puntata ma i primi piani a lei dedicati hanno reso evidente un fatto inconfutabile: nonostante siano passati ben quindici anni lei sembra sempre una delle anime di “Non è la Rai”. Per la precisione Irene Ghergo dopo la quinta infiltrazione di filler nelle labbra. – Nicola Canonico, strano animale mitologico con il corpo di Big Jim e la testa di Monciccì, batte al televoto Debora Salvalaggio. Nel filmato su di lui emerge chiaramente che il ragazzo, in settimana, ha fatto una serie di patetiche mosse volte a conquistarsi l’affetto del pubblico, tra cui un corteggiamento alla Salvalaggio in cui risulta evidente che la ragazza l’attizza almeno quanto a Gisele Bundchen attizza Giancarlo Magalli. Due piccole annotazioni: il ragazzo parla già di sé in terza persona per cui mi auguro che il barracuda addenti qualsiasi cosa gli penzoli dalla cintola in giù e al più presto; il padre, che parla come Antonio Di Pietro, ha dato vita a un siparietto di rara tristezza incitandolo con frasi tipo: “Bravo, sei il predatore dell’isola!” e lasciando intendere che in settimana lui e sua moglie, per inviare cento sms in più, si sono venduti le fedi nuziali. Il picco della tristezza viene raggiunto quando Monciccì Canonico dichiara euforico : “Papà, non pensavo venissi in studio, sappi che perciò ora sei il mio esempio!”. Capito? Padri di tutta Italia! Inutile alzarvi tutte le mattine alle cinque a andare a lavorare al tornio. Andate a fare i figuranti dalla D’Eusanio e i vostri figli saranno fieri di voi. – Mentre i non famosi attendono su una zattera di sapere chi di loro sbarcherà sull’isola e chi tornerà a casa, sullo sfondo si nota il fumo provocato da un incendio biblico. La teoria più accreditata è che dopo aver visto il figlio in veste di inviato sull’isola dei famosi, Roby Facchinetti sia sbarcato in Honduras per dar fuoco all’estratto di nascita che testimonia che quello lì sia sangue del suo sangue, ma sono illazioni. Il televoto decide che il non famoso eliminato è la casalinga Tiziana. Suo padre commenta l’uscita senza aver capito minimamente che la figlia è stata fatta fuori e parlando come il poeta Brunello Robertetti di Corrado Guzzanti: “Sono contente perché se la è meritati, lei la sognavi da sempre questa occasioni!”. – Debora Caprioglio e Manuela Villa, interrogate dalla Ventura su quale non famoso sembri loro il più interessante, con l’inedita motivazione “Ci piacciono gli uomini che fanno ridere!” sostengono che il loro preferito è il muratore. Giuro che se entro la fine dell’edizione una delle due non s’accoppia con Cuccuruto, le aspetto all’aeroporto e le trascino per i capelli sul raccordo anulare in giro per cantieri finchè non trovano il loro principe azzurro. – Cristiano Malgioglio, in settimana, s’è fatto male al piede e ha sperato che Francesco Coco gli succhiasse l’alluce per alleviargli il dolore. S’è augurato che il finanziere trascorra le giornate a pescargli tutto il pesce possibile. Insomma, è chiaro che si sente Brooke Shields in Laguna Blu. Peccato che passi metà delle sue giornate a fare il pagliaccio da circo e l’altra metà a fare il pagliaccio di “It”, ovvero a fare il simpatico per poi tramare alle spalle di chi dice lui. – Anche questa settimana su Francesco Coco ho poco da dire, a parte il fatto che sono preoccupatissima per la mia salute mentale. Credetemi. Io nella mia vita avrei ritenuto possibile qualsiasi cosa, che so, decidere di farmi suora, di cambiare sesso, di mettere la minigonna con le crocs, di andare a corteggiare Luca Dorigo a “Uomini e donne”, ma giuro che mai avrei pensato che mi potesse piacere un calciatore. Ve lo assicuro, ogni volta che viene interpellato io sto lì col fucile puntato, eppure Franceschino mio, al momento delle nomination, fa il nome di Miriana Trevisan (e io già faccio la ola perché un calciatore che nomina una ex velina è già un miracolo di quelli di cui la chiesa dovrebbe occuparsi), ed oltretutto mentre sono lì che mi aspetto che argomenti la scelta con una motivazione alla Totti, che so : “E’ gnocca ma nun m’ingrifa!”, lui se ne esce con un elegante: “Gioca troppo a fare la stratega”. Quando poi chiede la parola per mandare un bacio non a una cubista del Pineta ma ai suoi due nipotini, decido definitivamente che “Selvaggia Coco” suona benissimo e che deve tornare al più presto perché non so se mandare i nostri futuri cinque figli alla scuola americana o a quella francese. – la sexy casalinga Karen afferma che l’isola è la prima cosa che ha fatto per se stessa. Resta da chiarire per chi si sia rifatta le tette, ma a parte questo, il vero dubbio che viene osservando questa donna è se prima di partire fosse il caso di farsi applicare le ciglia finte da Andrea Bocelli. – a metà puntata va in onda una scheda in cui una voce fuori campo dice che il finanziere Vittorio, nella giungla honduregna, è po’ il Tarzan della situazione. Il problema è che mi sa che Vittorio è Jane. E va bene, c’ho messo un po’ a capirlo ma insomma, uno che a trentasette anni vive col Labrador e non ha mai presentato una ragazza alla madre, qualche sospetto lo fa venire pure a me. E comunque io non perdo la speranza: se Cecchi Paone ha scoperto a quarant’anni d’essere gay non può essere che questo scopre a trentasette d’essere etero? – Sandro il bancario dice che nonostante i compagni l’abbiano nominato si sente assolutamente sereno e non ce l’ha con nessuno. Quando torna intesta due mutui a Karen e trasferisce i risparmi di Vittorio sul conto di una società offshore con sede a Gran Cayman, ma per il resto non cova vendette particolari. – Al momento delle nomination raggiunge la postazione un tizio che dice di chiamarsi Paul Belmondo. Nessuno l’ha mai visto in un filmato né l’ha mai sentito intervenire in puntata per cui viene scambiato per un autoctono, caricato a forza su un motoscafo e spedito in un maxi albergo della costa a mettere pastiglie di cloro nella piscina. – Lisa Fusco sostiene che Malgioglio “ abbia fatto un SORTEFUGIO ai suoi danni” e aggiunge che comunque “la pissicologa le ha detto che sta bene”. La vera umiliazione è stata quella di sentirsi correggere gli strafalcioni da Simona Ventura, che come ormai tutti sanno equivale a sentirsi dire: “Smetti di ingozzarti con quel panino maiale che non sei altro!” da Giampiero Galeazzi. Insomma, in nomination vanno Sandro il bancario e Alessandro Cecchi Paone. Diciamocelo chiaramente: se Aida Yespica si candidasse a presidente del comitato “Noi camionisti brianzoli”, prenderebbe comunque meno voti di quanti ne prenderà Cecchi Paone al televoto questa settimana. E ora scusate ma non posso scrivere e inviare sms contemporaneamente. Alla prossima puntata.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website