Navigate / search

Nicolas e Carla: tutta la verità

Oggi, in esclusiva mondiale, vi fornirò una serie di succulente e inedite indiscrezioni sul chiacchieratissimo matrimonio tra Nicolas Sarkozy e Carla Bruni. Colei che vi scrive è riuscita a squarciare il velo di omertà che è calato sull’evento grazie ad una gola profonda all’interno dell’Eliseo. Anche se le fonti non si rivelano mai, vi do un indizio: il prezioso informatore è tale Pasquale, dattilografo personale del presidente francese in realtà figlio del commercialista di Sandra Mastella la quale tre mesi fa ha convinto Sarkozy ad assumerlo mandandogli un pacco contenente Claudia Schiffer vestita da torroncino con la scritta “SCARTAMI!” sul ventre. Certo è che l’appassionata e imprevedibile storia d’amore tra Carla e Nicolas ha lasciato a bocca aperta il mondo intero per svariate ragioni: intanto perché l’unico precedente storico a memoria d’uomo di relazione celebre tra chansonnier e presidente è la torrida laison tra Mariano Apicella e Silvio Berlusconi, anche se va sottolineata una sostanziale differenza: Mariano si è sempre rifiutato di indossare le ballerine. In secondo luogo perché la loro storia è un concentrato di gossip, intrighi e colpi di scena che sembrano veramente non finire mai. E ora vediamo, punto per punto, di fare luce sugli episodi salienti della laison: – il presunto sms di Sarkozy all’ex moglie Cecilia (“Se torni da me io mollo tutto!”) sarebbe in realtà un messaggio di Silvio Berlusconi a Casini inviato per sbaglio all’ex moglie di Nicolas il cui nome, Cecilia, si trovava nella sua rubrica telefonica tra la C di Casini e la C di Cristina Chiabotto. Pare che Casini a sua volta ne abbia ricevuto uno con scritto: “Ehi bella gnocca, vieni in Italia che ti faccio fare una fiction!”. – non si sa se Carla, prima di conoscere Nicolas, abbia davvero pronunciato l’ormai famosa frase: “Voglio un uomo con la bomba atomica!”, ma certo è che due invitati al suo matrimonio col presidente giurano che dopo il “sì” avrebbe sibilato: “E ora tocca a quello con la papamobile!”. – cosa abbia risposto Carla alla fatidica domanda “Vuoi sposare il qui presente Nicolas?” è mistero fitto. Per ragioni di campanilismo c’è che sostiene che abbia detto “sì!”, chi che abbia esclamato “Oui!”, chi che abbia sussurrato “Se po’fa’!” ma la versione più attendibile è che sfoderando la sua proverbiale simpatia abbia risposto: “Sì ma facciamo in fretta che alle due devo andare a promuovere il mio nuovo disco a “Top of the pops” e comunque mi scusi signor sindaco, abbia pazienza, ma con quella fascia mi sembra Miss Wella, dunque se la tolga e riformuli la domanda, pezzente d’un clochard!”. – sempre per la sua proverbiale simpatia, pare che a fine cerimonia due cugini di Sarkozy abbiano lanciato del riso nella direzione della mannequin e la mannequin abbia lanciato dei chiodi perforanti nella direzione degli invitati gridando “Il basmati lo lancerete alla Bellucci, morti di fame che non siete altro!”. Carlà tollera solo Carnaroli tra i capelli!”. – riguardo il look delle nozze le voci sono contrastanti. L’unica cosa certa è che lei non era vestita da allieva di scuola di mimo come nei suoi recenti viaggi in Egitto e Giordania e che i due indossavano le seguenti calzature: un paio di elegantissimi scii di fondo in carbonio e Swarosky lei e un paio di decoltè Sergio Rossi con tacco dodici lui. – infondate le voci secondo le quali i testimoni sarebbero stati la responsabile della comunicazione Prada e Nicolas Bazire. La scelta dei testimoni è stata all’insegna della discrezione e sia lo sposo che la sposa hanno scelto di condividere un momento così importante con persone che hanno sempre evitato ogni commento superfluo sul loro amore, per cui la scelta è ricaduta su Milo Infante per lui e Max Lazzari per lei. – tutti gli invitati erano tenuti al riserbo più assoluto. La madre di Carla Bruni, discreta come sempre, interrogata dai giornalisti ha commentato lapidaria: “Come potete immaginare ho la bocca cucita e mia figlia m’ha detto che se mi lascio sfuggire qualcosa questa volta mi scrocchia le dita una a una, per cui sappiate che indossava un paio di mutande ottanta per cento lycra che la sera prima aveva fatto asciugare sul termosifone e che per pagare le bomboniere ha fatto un post-datato al quindici maggio ma per favore dite che ‘ste cose le avete sentite a Verissimo.” – dopo la gaffe dell’anello a forma di cuore Dior che Sarkozy ha regalato alla Bruni e che aveva regalato, identico, anni prima a Cecilia, il presidente s’è fatto più attento e al momento dello scambio delle fedi, per fugare ogni dubbio riguardo il suo presunto scopo di provocare e irritare l’ex moglie, ha infilato al dito dell’ex top model un anello vibrante Durex. – pochi sanno che dopo le nozze Nicolas e Carla si sono concessi un breve viaggio di nozze a Rimini dove, vista la loro passione per i parchi tematici, hanno visitato “L’Italia in miniatura”. Pare che dopo pranzo Sarkozy abbia fatto una pennichella dentro al duomo di Milano mentre Carla commentava : “Amò, sei più basso pure di questa Torre Eiffel!”. – pare che Cecilia, dopo le nozze, abbia confermato le sue intenzioni di tacere e non ledere l’immagine pubblica del marito, per cui terminato l’ultimo capitolo della sua quindicesima biografia non autorizzata, si è autoquerelata e ha scelto di continuare a vivere nell’ombra: quella di una palma dell’hotel Le Saint Geran a Mauritius. – le voci secondo le quali Carla sarebbe incinta paiono fondate. Il presidente avrebbe finalmente smesso gli abiti di donnaiolo incallito per mettere la testa a posto una volta per tutte. Per dovere di cronaca, sono costretta a rivelare che dopo la loro visita a Disneyland, Pluto, Biancaneve e Clarabella accusano delle nausee sospette ma sarà senz’altro una casualità. – infine, uno scoop: pare che il legame amoroso tra Italia e Francia sia destinato a consolidarsi. Dopo un travolgente colpo di fulmine avvenuto tra i fornelli di una trattoria dell’oltrepò pavese, numerosi testimoni hanno giurato di aver visto Ratatouille e Anna Moroni mano nella mano passeggiare tra le rovine di Petra. Il celebre topo portava sulle spalle il fidanzato di Antonella Clerici Eddy Martens.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website