Navigate / search

Quel che è giusto

Roberto Alessi mi chiede di riportare l’articolo qui di seguito e io, visto che col soggetto “svanity” ho avuto mio malgrado a che fare, eseguo volentieri: Svanity fair – La fiera delle bufale. Assolto Roberto Alessi Assolto pienamente dalle accuse dell’ODG della Lombardia, gestione Abruzzo, il collega Roberto Alessi cui era stata comminata la sanzione dell’avvertimento, nel 2003, per aver utilizzato la carica di vice direttore del settimanale Chi per procurare vantaggi alla moglie Betta Guerrieri, stilista della griffe Giò Guerrieri. In sintesi, dopo accurata e documentata ricerca, la Commissione Ricorsi dell’ODG Nazionale non ha ravvisato si possa sostenere la tesi suddetta, in quanto le citazioni della medesima stilista, “detta anche la Regina del Tubino” come ha precisato il marito Alessi, di per sé non compaiono con una frequenza abnorme o comunque tale da giustificare il sospetto (“11 citazioni su 129.038 non danno alcun aiuto alla tesi accusatoria”, ha sostenuto la Commissione Ricorsi). Inquietante – a mio personale avviso – il racconto di Alessi, il quale ha sostenuto che tutto il procedimento partì in seguito ad una sua denuncia di accuse anonime contenute in un sito registrato negli USA (Svanity Fair), che è poi diventato invece il principale capo d’accusa nei suoi confronti. Da Nuova informazione

Leave a comment

name*

email* (not published)

website