Navigate / search

L’isola dei famosi (sesta puntata)

Piccola nota iniziale per tutti coloro che si sono domandati il perché, ieri sera, dell’assenza in studio di Valeria Marini: pare che la bionda showgirl, cinque minuti prima della diretta, abbia girato i tacchi infuriata poichè Luca Giurato si era rifiutato di accomodarsi in studio con indosso un perizoma zebrato Seduzioni Diamonds. Nonostante i disperati tentativi per convincerla a rimanere, nonostante Giorgio Gori le abbia garantito che in Magnolia lui e tutti i suoi dipendenti durante le conference call con l’America vestono rigorosamente Seduzioni Diamonds per promuovere il marchio all’estero e nonostante Simona Ventura le abbia giurato sulla testa di Barbara D’Urso che Sarah Palin ha chiesto sei babydoll fucsia Seduzioni Diamonds per i suoi prossimi dibattiti televisivi ma solo se la Marini resta lì a commentare l’isola, nonostante Marano le abbia fatto trovare il cavallo della Rai in guepiere e reggiseno swarosky , insomma, nonostante tutti gli sforzi, la Marini ha detto che non se ne parla. E ora basta parlare degli assenti perché ieri sera gli assenti hanno dato il meglio di sé. Tanto per cominciare Simona Ventura. Ora, non ci è dato di sapere in quale momento della sua vita Giorgio Armani abbia disegnato l’abito che indossava ieri la conduttrice, ma di sicuro non era la sua giornata migliore. Diciamo che il dubbio che sia accaduto quel giorno in cui a re Giorgio hanno comunicato che Cavalli in costume sta meglio di lui o che Paris Hilton s’è presentata all’addio al celibato di Hulk Hogan con un suo abito da cocktail, è forte. Modello a parte, tocca ammettere che i tre bottoni davanti delle dimensioni di un piatto con affettati misti e la fantasia dell’abito che è la stessa dei divani nelle camere standard della catena Novotel, erano di gran gusto. Ma veniamo ai fatti salienti della serata. La Ventura, in apertura, annuncia con aria mesta che Massimo Ciavarro è stato operato d’urgenza in Honduras per cui lascia la trasmissione ma si rimetterà molto presto. Ora, tralasciando il fatto che il mio grido di dolore ha spostato di una quindicina di chilometri l’asse terrestre e che da ieri sera mi nutro con una cannuccia, si può sapere il perché di informazioni tanto vaghe? Voglio dire, di Casella s’è detto che era a rischio ischemia, di Cabrini che aveva l’ernia e su Ciavarro il massimo dell’informazione è stata un misteriosissimo: ” E’ stato operato…”. Di grazia, visto che qui ci sono donne che dopo la prima inquadratura di Ciavarro sull’isola hanno abbandonato marito e figli, non è che qualcuno potrebbe spiegarci se gli è venuta la sciatica, uno scagazzo fulminante, se l’ha accoltellato la Giorgi perché per andare a pescare s’è messo una camicia stirata male o se s’è operato e ora si fa chiamare Mimì la furia? A quel punto, come puntualmente avviene in tutti i momenti della trasmissione in cui una palata di retorica mista a paraculaggine ci sta come il cacio sui maccheroni, interviene Vladimir Luxuria che spende una buona parola per il loro “premier” Ciavarro con la faccia addolorata e credibilissima di chi sta palesemente pensando : “Evvai, se semo tolti dalle balle il Super Eroe e mo’ se entro l’ultima puntata riesco a dì du’ parole buone pure sugli immigrati, gli ebrei e le orfanelle bulgare c’ho la strada spianata.”. Segue l’avvincentissimo “momento Tumiotto“, ovvero un video in cui viene mostrato il travolgente campione di nuoto alle prese con l’isolamento e i lavori forzati a cui è stato costretto la settimana appena trascorsa. Il succo della faccenda è che il ragazzo ha fallito la prova e viene invitato a giustificarsi. Ora, se c’è qualcuno che ha il coraggio di affermare che la tv fa bene alla sport pure dopo aver visto Tumiotto con fascetta in testa, orecchie a sventola e l’aria dell’albanese sbarcato a Lampedusa ma per sbaglio perché s’è addormentato sul materassino mentre ascoltava il The Best di Paolo Vallesi con le cuffiette alle orecchie, dicevo, se c’è qualcuno che ha il coraggio di sostenerlo, beh , si faccia avanti. L’elemento esilarante poi erano le sue argomentazioni: “Pioveva, mi sono sbucciato il ginocchio sugli scogli, c’erano le onde grosse, non ho le energie, mi hanno dato una scatoletta di rape ma io le rape non le mangio, vero mamma?”. E la mamma in studio a confermare: “Sì sì poverino non gli piacciono!”. Ma io dico, le vecchie buone madri di una volta che se il figlio dice “Le rape mi fanno schifo!” gli mollano uno di quei malrovesci il cui spostamento d’aria fa ondeggiare il lampadario e aggiungono: “Non le mangi? E allora vuol dire che non c’hai fame!” non esistono più? Tumiotto aggiunge poi che lui nelle prove dà il massimo e che i compagni sanno bene che quando c’è una sfida da affrontare lui si trasforma. I compagni annuiscono con la faccia di quelli che stanno pensando che sì, in effetti quando c’è da tirar fuori le palle è innegabile che lui si trasformi da uomo in tellina ma la faccenda non si chiude lì. Visto che in Italia non si parla che dell’omicidio Meredith e del flirt tra Veridiana e Tumiotto, la conduttrice decide che è venuto il momento di chiarire almeno il secondo, coinvolgente quesito e domanda ai diretti interessati se si amano o no. Tumiotto, passionale quanto un pinzimonio, dice che sì, le ha addirittura chiesto di andare a convivere. Veridiana, alla domanda “LO AMI?” dopo aver dato una serie di risposte dirette ed esaurienti del tipo “Mi fa male il ginocchio, sta cambiando il tempo!” e “Una volta qui era tutta campagna!”, conferma che sì, lo ama, e mo’ siamo tutti più tranquilli. Detta tra noi, visto l’appeal della coppia speriamo che ‘sti due facciano una copertina su “Dipiù” in cui lui rivela che ha rischiato di morire perché una volta ha ingoiato incidentalemente gli occhialini Speedo e lei confessa che quando faceva Striscia un giorno ha visto il Gabibbo con la faccia di Padre Pio e poi spariscano per sempre. Amen. A causa del fallimento della prova il gruppo deve subire una punizione a scelta tra il rinunciare a metà della porzione settimanale di riso o ricostruire da zero la capanna. Nonostante rompano le balle da un mese perché non mangiano, i naufraghi decidono di rinunciare al riso. La domanda sorge spontanea: e che dovevano fare, ricostruire una capanna o la piramide Maya? Il vero momento clou della serata però è l’arrivo del nuovo naufrago sull’isola dei famosi: Patrizia De Blank. Premetto che a me la De Blank sta pure simpatica e quindi mi costa dirlo, ma che cazzarola è successo a ‘sta donna? E’ un’impressione solo mia o la sua somiglianza con LUI de “La bella e la bestia” è a dir poco inquietante? (Piccola parentesi: ma com’è che un concorrente su due c’ha un’amica che ha appena partorito?) Ma ora basta girarci intorno e passiamo ad occuparci delle assolute, incontrastate protagoniste della sesta puntata dell’isola dei famosi, ovvero le gemelle napoletane Eleonora e Imma De Vivo, ovvero la versione partenopea delle GEMELLE K. Le gemelle K, per chi non le avesse viste in puntata, sono due erinni al confronto delle quali Karina Cascella di “Uomini e donne” è un missionario comboniano. Neanche sono sbarcate sull’isola che hanno cominciato a malignare pure sull’honduregno che guidava il motoscafo e a mangiare a quattro palmenti, per cui nel giro di cinque minuti tutti, a parte Vladimir che ovviamente finchè non capisce cosa gli convenga fare si mantiene neutrale, cominciano a meditare di infilarle nello spiedo e fargli fare la fine del porceddu della Marini. Ma il culmine della tensione si raggiunge quando le gemelle K, in tenda, definiscono Belen “La fidanzata più infedele d’Italia” e Belen, alla quale la frase viene riferita da Quintale, le va a cercare brandendo un coltello in mano, per cui l’isola è sempre meno isola e sempre più Garlasco. La cosa prende una piega sorprendente: le gemelle K vengono lapidate pubblicamente dalla Ventura perché “Eh no, le donne si devono aggregare!” “Eh no, dire che Belen è infedele non si fa!”, dimenticando il fatto che sono settimane che gira la voce che tra Belen e Ciavarro ci sia un inciucio (e chi l’ha fatta girà ‘sta voce?) e molto casualmente ieri sera, mentre Simona annunciava l’uscita di Ciavarro, c’erano solo primi piani di Belen. Belen viene santificata quando un secondo prima era andato in onda un video in cui a quel poveraccio di Quintale che le ha riferito la frase delle gemelle K lei dava del “brutto ciccione”, per cui non si capisce perché infedele no, ma ciccione sì. Poi Belen aggiunge che alle gemelle K sputerebbe in faccia e a quel punto, si inserisce la paracula Vladimir che afferma “Oh! Sui sentimenti non si scherza! Belen ama tantissimo Borriello!” per cui dopo tutto ‘sto casino per una frase buttata là da due iene, se uno da casa aveva il dubbio che ‘sta cosa fosse vera, ora ha la certezza assoluta che quando è in campo Borriello il cornuto non è l’arbitro. Comunque, quello che non si capisce è il perché se a passare per cornuto è Borriello tutti si scandalizzano, mentre sta bene a tutti che Ivana Trump sia lo zimbello incontrastato dello studio, visto che la conduttrice non fa che insinuare che a Rossano piaccia Belen, che Rossano sia uno stallone, che Rossano di qua che Rossano di là. Vabbè che quella sta in America e che di sicuro non interrompe la trattativa per la costruzione di sei grattacieli a Miami per vedere Rossano a caccia di paguri, va bene che ‘sto matrimonio è credibile quanto gli zigomi della Carfagna, ma la Trump si può prendere per il culo e Borriello no? Ad ogni modo, dopo la parentesi “gemelle Kappa” tutto appare decisamente scialbo e di scarso interesse. La madre di Chiara Zaffoni dice che non vede bene Chiara e preferisce che esca e siccome la Ventura non vede l’ora che la figlia si levi dalle balle così resta Centocelle Rubicondi, se la va a baciare in diretta. Roba che se avesse voluto che rimanesse Chiara, mamma Zaffoni finiva in mezzo alla salsa tonnata sul tavolo del buffet allestito per il compleanno della Venier. Sbarca sull’isola Brunella, la ragazza di Alessandro, che potendogli portare tre oggetti tira fuori dallo zaino la foto del cane e un paio di pantaloni fucsia che, lei dice, lui indossa quando va a dormire a casa sua. Ora, a parte che già mi immagino che razza di stallone insaziabile debba essere uno che a vent’anni va a dormire coi fuseaux che la Cuccarini portava a “Fantastico”, il fatto divertente è che lui le chiede quale sia il terzo oggetto e Brunella con aria inequivocabile fa: “Ah sì, c’è la torta che ha cucinato tua madre..ma è una cosa enorme”, per cui a quel punto è chiaro che non solo lui a letto è uno che s’addormenta davanti a C’è posta per te, ma che la suocera è una scassaballe da competizione. La De Blank dice a Rubicondi che lui non lo sa, ma anni fa ha avuto una storia con una sua amica che aveva dodici anni più di lui, per cui lo investe pubblicamente del titolo di “Gigolò ufficiale di tutte le babbione abbienti del pianeta”. Luca Giurato informa la nazione del fatto che lui ha perso la verginità sulle dune di Tirrenia e peccato che una tempesta di sabbia non l’abbia seppellito con la sua prima fidanzatina. Tumiotto nomina Vladimir e siccome la Ventura & co hanno deciso che Vladimir deve vincere, Tumiotto è invitato a dare una spiegazione per l’idea malsana che ha avuto. Dopo cinque minuti che ‘sto poveraccio elenca le sue motivazioni e la Ventura lo incalza, tutti lì da casa sperano che chiuda con un bel “E va bene, perchè’ho nominata so’ cazzi miei, d’accordo?” ma purtroppo stiamo parlando di Tumiotto e è finita che quasi ha chiesto scusa. E comunque, finisce che vanno in nomination le Gemelle K e Vladimir Luxuria, che in pratica è come avere al televoto Hitler e Milosevic e dover decidere chi è peggio. Lasciamo dentro le gemelle K, vi prego. Non perdiamo l’occasione di assistere al primo reality in cui con ogni probabilità ci sarà una di rissa da saloon con morti e feriti sul campo. Vi lascio con le perle della Ventura: “Vladimir, dacci la tua opinione, tu che sei stato DEPUTATO POLITICO.” “Filippo, cosa ne pensi tu che sei collega A Leonardo?” Alla prossima puntata!

Leave a comment

name*

email* (not published)

website