Navigate / search

C’è posta per me

Da questa settimana, oltre a quella con Maxim di cui vi dirò nei prossimi giorni, comincia la mia collaborazione col nuovo settimanale d gossip e costume “Top” per cui curo la rubrica della posta (sulla tv). Eccovi la prima uscita: Cara Selvaggia, che te ne pare di Alessio Vinci, il sostituto di Enrico Mentana? Alessio Premesso che a sostituire Enrico Mentana alla guida di Matrix credo ci si possa sentire rilassati come a sostituire Belen Rodriguez nella vita di Marco Borriello, secondo me Alessio Vinci ha superato l’esame a pieni voti. E in effetti, dando un’occhiata al suo curriculum, risulta anche facile capire perché i vertici Mediaset abbiano puntato su di lui: Vinci era corrispondente a Belgrado durante i bombardamenti della Nato e in Afghanistan dopo l’undici settembre, figuriamoci se si può far intimorire dalle raffiche di Aldo Grasso o della resistenza del soldato Mentana. Aggiungo che al di là del valore del conduttore, mi piace l’idea che al timone di un contenitore così importante ci sia finalmente un quarantenne. Sarà l’effetto Obama, sarà che l’età media dei giornalisti tv in Italia è più o meno quella dei salotti di Michi Gioia e qualcuno finalmente se n’è accorto, trovo che la scelta di un conduttore giovane sia una svolta importante anche da un punto di vista simbolico. Un unico appunto. Appello ai costumisti di “Matrix”: dobbiamo continuare a vedere il povero Vinci con quelle giacche delle dimensioni di un gazebo da matrimonio o potete trovare qualcosa della sua taglia? Sono un grande fan di Caterina Balivo che seguo dai tempi di Casa Rai Uno con Massimo Giletti. Trovo che sia una delle conduttrici più belle e simpatiche del panorama televisivo. Secondo me vista la sua verve partenopea potrebbe diventare la nuova Barbara D’Urso. Che dici? Luigi Intanto ti dico che se Barbara D’Urso legge la tua ultima dichiarazione ti manda il colonnello Giuliacci con un cannone sparaghiaccio sotto casa. Questione delicata perché Caterina è una mia amica su facebook e quello che sto per dire mi costerà la radiazione perenne dalla sua lista di amici, ma sarò onesta. E’ indubbiamente bella e disinvolta, ha un curriculum televisivo da fare invidia e un’infinità di estimatori, eppure le manca quel qualcosa che qualcuno chiama carisma, qualcuno appeal. Pare che durante la conduzione dell’ultima puntata di “Dimmi la verità” su Rai Uno, quando Caterina ha chiesto alla tizia che interpreta la macchina della verità di rivelare cosa stesse dicendo l’aggeggio, quella abbia risposto “Che la Balivo ha il carisma della pianista di Marzullo!”, ma sono solo illazioni. Hai voglia di confessarmi qual è il personaggio televisivo per cui faresti follie? Io sono pazza di Massimo Giletti, tu? Vanessa Cara Vanessa, intanto voglio dirti che dalle passioni insane come quella per l’alcol, il gioco d’azzardo e Massimo Giletti si può e si deve guarire per cui ti darò l’indirizzo del centro rehab “Vittime de L’Arena” più vicino a casa tua. Venendo al succo della domanda, ti confesso che nutro un passione spropositata per Nicola Savino, il conduttore di “Scorie”. Ok, non è un adone, ma è ironico, versatile, umile ed è uno che snobba mondanità, salotti vip e veline. Dovesse deludermi pure lui e fidanzarsi con la Barriales vendendo le foto del suo matrimonio nella tenuta di Briatore in Kenia, giuro che abbraccio lo shintoismo e migro in Giappone. Noto che in tv gli spazi dedicati al meteo, e non solo all’interno dei telegiornali ma anche in programmi come “Mattino cinque” o “Unomattina”, crescono in modo esponenziale. Non sarà un’esagerazione? Valentina In effetti il perché della meteomania che ha colpito gli italiani negli ultimi anni mi sfugge. Voglio dire, chi se ne frega se a Bergamo alta c’è un po’ di foschia o se a Porto Cesareo tira una leggera brezza all’imbrunire? Possibile che ci debbano togliere anche il gusto di aprire le finestre di primo mattino ed esclamare “Che bello! La neve!”, senza che da sotto il piumone arrivi una voce che fa: “Il colonnello sono due giorni che lo dice e comunque verso le cinque e trentotto arriverà la pioggia per cui è tutta sciolta entro le sette e un quarto. E ora chiudi la finestra che oggi la minima toccherà i meno due gradi.” E poi diciamolo: dovesse mai abbattersi un ciclone forza 11 sugli studi di “Amici”, perché preannunciarlo e consentire alla Celentano di trovarsi un rifugio sicuro? Visto che sei opinionista a “Processo a x factor”, vorrei un tuo parere sui giudici di “X factor” Morgan, Ventura e Maionchi. Io ho seguito anche la prima edizione e devo dire che rispetto allo scorso anno mi sembra che tra loro i rapporti siano più tesi. Mi sbaglio? Luca Caro Luca, in effetti i rapporti tra i tre non sono idilliaci. In particolare quelli tra la Ventura e Morgan. Secondo voci di corridoio i dispetti tra i due sarebbero all’ordine del giorno: venerdì scorso la Ventura avrebbe sigillato con la resina da parquet la bara in mogano in cui Morgan riposa in camerino durante le pause tra una prova e l’altra. Dal canto suo Morgan, il lunedì prima della diretta, avrebbe sostituito lo sbiancante per i denti della Ventura con la pasta di alici e capperi di Salina, per cui la conduttrice, a fine trasmissione, avrebbe consumato le riserve idriche della regione Lombardia fino al duemiladodici. E siccome tra i due litiganti il terzo gode, quest’anno, chi si diverte sul serio è la Maionchi che conserva intatta l’ironia talvolta greve ma irresistibile che la contraddistingue. Comunque, senza girarci tanto intorno, io faccio il tifo per Morgan. Amo le sue pettinature a schiaffo, quel pallore di chi nasconde quindici sanguisughe sotto le ascelle, il look new romantic, l’eloquio brillante, la totale assenza di timore reverenziale nei confronti del personaggio Ventura. L’unico vero mistero è quello che circonda il contenuto della lattina che Morgan sorseggia di continuo durante la diretta: c’è chi sostiene sia chinotto, chi sangue di civetta della Transilvania, chi benzina Shell V-Power, chi limoncello di Sorrento. Attendiamo i risultati del Ris. p.s. Per scrivermi le vostre domande: rubriche@settimanatop.it

Leave a comment

name*

email* (not published)

website