Navigate / search

“Mamma, quando ero in vacanza ho visto un…

"Mamma, quando ero in vacanza ho visto un documentario sul corpo umano". "Ah, di cosa parlava?". "Di come si fanno i bambini". "Ah ecco. E cosa hai capito, di grazia?". (non ho detto di grazia, ma ci stava bene per dare l'idea del mio improvviso tono formale e fintamente distaccato) "Che ci sono dei girini che sfondano una specie di palla e ne entra uno solo". "Sì. In effetti credo che una visione meno romantica della faccenda ce l'abbia solo Bobo Vieri ma più o meno è così". "Ma scusa, però io non ho capito una cosa: che fine fanno gli altri girini?". "Che fine fanno. Muoiono, che fine vuoi che facciano?". "E perchè?". "Perchè sopravvive solo quello che sfonda 'sta palla". "Scusa e non possono infilarsi in fretta pure loro nella palla?". "Eh no Leon, ne entra solo uno. Di norma". "Nel senso che dopo che è entrato un girino l'ingresso si richiude subito di botto?". "Diciamo di sì, come la sbarra al casello di Milano nord". "E scusa, se mentre si richiude al girino gli rimane la coda in mezzo, uno nasce senza gambe?". "No, masce femmina". "Perchè?". "Si scherza Leon. Non gli rimane la coda dentro miseria ladra. Ora parliamo d'altro? I Pokemon? I gormiti? Matteo Renzi?". Che fatica.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website