Navigate / search

Le intercettazioni delle telefonate tra i fratelli…

Le intercettazioni delle telefonate tra i fratelli Tarantini e tra Tarantini e la Guerra. Le mie considerazioni:

“No vabbè… Claudio non puoi capire – racconta Gianpaolo – Eh non puoi capire. Cioè uno che lo racconta dice che non ci crede. E’ impossibile. La casa sono 100 ettari… c’erano 100, ma non poliziotti, l’esercito proprio… Gente che girava con i motorini, sai tipo i film? Tipo quelli della malavita, con i motori da cross. Con i mitra e la pistola in mano per tutta la villa, per tutta l’isola…"

Non ho capito. C’era l’esercito o c’erano i casalesi? Ma poi scusate, da quando i malavitosi girano coi mitra sul motorino? E che razza di motorino è uno che gira tutta l’isola, considerato che l’isola in questione è la Sardegna? Altro che “motori da cross” dovrebbero avere ‘sti motorini. Gli ci vorrebbero i motori dello shuttle enterprise per farsi Cagliari – Olbia andata e ritorno.

"Ci hanno portato nell’anfiteatro dove stava lui e abbiamo preso l’aperitivo, io avanti abbracciato a lui".

Se stavi avanti che t’abbracciavi? L’ulivo secolare? Ma soprattutto, per cingere Berlusconi fingendosi divertitissimo, quanti Campari ti sei dovuto fare?

"Cinquanta persone eravamo… Abbiamo fatto pure una cosa in piedi, tutti dietro, una specie di processione. Lui si fermava. Tutto buio, con la lampadina. Ogni tanto ci faceva vedere delle sculture, ci spiegava gli alberi".

Tutti in fila, al buio, dietro a un tizio che spiega la fenomenologia del pioppo tremulo. I miei complimenti.

"A un certo punto sento un rumore strano. Fa lui: ‘Guarda, guarda, guardate!".
Cos’era? Un rutto di Bondi?

"Sento un rumore strano, ci indica una montagna. Il vulcano! Che scende la lava.. Poi ce ne andiamo in un’altra zona, la zona delle giostre. Con la musica sparata sottofondo, quella del paese delle meraviglie. La giostra quella grande… coi cavalli. Arriva e fa:’Tutti sulle giostre!’. Ci ha fatto salire sulle giostre. Sai, questo tratta tutti come schiavi!"
Gente con vent’anni per gamba che sale su un pony turchino. No, non come schiavi vi trattava. Come minchioni, che è diverso.

"Poi entriamo in una specie di sala con un tavolo apparecchiato. Vabbè lui dice: ‘Vi dovete sedere così, tre donne e un uomo’. E’ malato. IO mi sono seduto di fronte a lui, accanto a me c’era Simona Ventura".
E la Ventura che faceva? Decideva quale smandrappata aveva l’x factor?

"Accanto a lui ci aveva cinque, sei donne… La gente canta ‘Grazie Silvio, Silvio c’è, grazie Silvio, Silvio c’è’…. E’ pazzo proprio. Ci sediamo, ci fa sedere e inizia a fare un discorso di ringraziamento delle donne. Sempre ste’ cazzo di donne. Sesso, sesso, donne, sesso, donne che rompeva i coglioni….!.
Ah certo. Perchè Tarantini invece era lì a parlare di spending review.

Tarantini a Barbara Guerra: “Non puoi sembrare né una troietta né una ragazzina. Ti devi mettere un cappotto blu e un pantalone chiaro. Oppure un pantalone scuro e un cappotto scuro…”
Ma ‘st’outing chi l’ha deciso? Anna Dello Russo? Quindi se io metto un cappotto chiaro so’ uno zoccolone?

Ma la mise non è completa e Tarantini aggiunge: “Mettiti dei fogli in mano, oppure sai che devi fare? Comparati Sole24ore, Gazzetta e Repubblica, in mano e arriva con quelli…”.
Questa è notevole. Berlusconi che si eccita con la Repubblica. Ora verrà fuori che la Polanco durante la lapdance si travestiva da Ezio Mauro.

La Guerra chiede quanto tempo staranno via e l’altro: “E che ne so, amo’. Con quello lo sai quando entri e non sai quando esci…”.
Ma che è? Una trombata o un’operazione a cuore aperto?

Ma poi come si è comportato? Bene?” e la giovane: “Con Me? Sì, mi ha sculacciato un po’ però…”.
Ecco. Quello che doveva fare tua madre da piccola. Che forse con un paio di roncolate assestate bene, ora magari facevi la commessa da Carrefour, ma ti restava un briciolo di dignità.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website