Navigate / search

Il mio pezzo su Libero di oggi sulla pandemia…

Il mio pezzo su Libero di oggi sulla pandemia gravidanze vip:

Diciannove. Sono la bellezza di diciannove le coppie vip che aspettano un figlio in questo 2012. Una pandemia di pancioni che neppure al passaggio di Balotelli tra le majorettes alla finale dell’Nba, poteva esplodere con questa virulenza. Sono state impollinate tutte. Da Valentina Vezzali, infiorettata dal marito, alle mogli di calciatori assortiti , da Cavani a Diamanti per arrivare a Simone Inzaghi e Antonio Cassano, che avrà problemi coi congiuntivi, ma quando si tratta di congiungersi, non sbaglia un colpo. Poi ci sono le cantanti. Da Shakira alle due Laure di casa nostra: la L’Aura con l’apostrofo e la Laura col pantalone nero elasticizzato che tira sulla coscia.

Non dimentichiamo poi Eleonora Berlusconi, che dopo una cena elegante col fidanzato modello, è in attesa dell’erede. E speriamo che non nasca prematuro perché c’è il serio rischio che il nonno lo costringa a candidarsi alle primarie, pur di avere un candidato più giovane di Renzi. Ma c’è anche Jessica Simpson, che con un coraggio raro, è già incinta del suo secondo figlio prima ancora di aver smaltito le decine di chili accumulati durante la gravidanza precedente: un’eroina. Soprattutto perché se vorrà tornare a fare il sex symbol a Hollywood, la costringeranno a masticare lattuga per i prossimi dieci anni solari. Problema opposto per la modella Lara Stone, che per chi non la conoscesse è la testimonial di Calvin Klein. Quella con gli incisivi la cui distanza è più o meno quella tra il background di Umberto Eco e Marika Fruscio, per intenderci ancora meglio. Incinta anche lei, rischia di provare l’ebrezza di entrare in una 46, per una manciata di mesi della sua vita, per poi tornare insopportabilmente magra subito dopo il parto. Perché si vede lontano un miglio che lei è una di quelle donne così: noi ci mettiamo due anni per riuscire a rientrare in una tuta da sci, loro ci impiegano mezz’ora per riuscire a rientrare nel trikini fucsia. Aspetta il suo secondo figlio anche l’ex gieffina Katia Pedrotti, moglie dell’indimenticabile zerbino Ascanio Pacelli. A dimostrazione di quanto il successo da reality sia sempre splendente e duraturo, pare che per l’esclusiva delle prime foto del nascituro sia partita un’asta agguerritissima tra i tabloid “Rakam” e “L’arte del decoupage”. L’esclusiva tv è già stata venduta a Pomeriggio 5, che per celebrare con sobria solennità l’ingresso nella vita del nascituro, farà tagliare il cordone ombelicale a Alessandra Mussolini durante un acceso confronto con Karim Capuano e Domenico Scilipoti sull’eventualità di affidare i bambini contesi a Maria Scicolone. Col pancione anche le attrici Anna Valle, Serena Autieri e Alessandra Martines, incinta del suo giovane toy boy. Per Anna Valle, i nove mesi di gestazione sono più o meno quelli di galera che dovrebbero dare a chi l’ha fatta recitare nelle fiction in questi ultimi anni, per cui ci auguriamo con sincerità che sia una madre felice e che durante la gravidanza le vengano tutte le voglie possibili tranne quella di tornare a fare l’attrice. Il pancione di Alessandra Martines invece, ha dato origine a un piccolo equivoco. Vista in un negozio di articoli per l’infanzia mentre acquistava un passeggino doppio, in molti hanno pensato che aspettasse due gemelli. Molto più semplicemente, Alessandra l’ha acquistato per portare a spasso fidanzato e nascituro senza affaticarsi troppo. Sta poi per diventare papà per la seconda volta Morgan, visto che la gravidanza della sua fidanzata Jessica è ormai agli sgoccioli. Pare che i due abbiano licenziato la tata filippina a cui avevano pensato di affidarsi, per assumere una vecchia conoscenza di Morgan. Si tratta di una ragazza giovane, presto disoccupata e in cerca di lavoro da metà dicembre: Arisa, che tra l’altro è reduce da una gravidanza isterica in cui la pancia non era evidente ma l’isteria era conclamata, per cui sembrerebbe una scelta assennata. Poi ci sono tre gravidanze di cui s’è parlato davvero poco. Gravidanze omertose. Quelle delle tre mamme più low profile di un outfit della contessa Pinina Garavaglia al carnevale di Rio, ovvero Belen Rodriguez, Raffaella Fico e Carmen Russo. Per quel che riguarda la Fico, la gestione mediatica della sua gravidanza è da manuale della soubrette paracula. Fossi negli Agnelli, io una capace di gestire in maniera così scientifica e economicamente proficua una gestazione, la nominerei amministratore delegato della Fiat entro maggio. Ha centellinato e capitalizzato ogni singolo passaggio di questi nove mesi, l’abile Raffaella. E sempre nel momento giusto. Dall’annuncio della gravidanza durante gli Europei, alla faccenda del dna, alle escursioni da Padre Pio per poi sfilare col pancione, provare abiti da sposa, raccontare di ricongiungimenti con Balotelli e farsi sorprendere (come no) dai fotografi nei negozi a maneggiare abitini solo rigorosamente bianchi e arancioni per lasciare aperta qualsiasi ipotesi sul sesso del nascituro e tenere nel cassetto la prossima esclusiva. Più che una donna, una holding. Discorso simile per Belen. La showgirl è al quarto mese e pare incinta dalla presa della Bastiglia, tanto c’hanno martellato i maroni su questa gravidanza. E mi si perdoni il lirismo poco consono al delicato argomento, ma se va avanti così, la prima parola che pronuncerà Santiago, non sarà né mamma né papà, ma “Signorini”. Carmen Russo è un caso a parte. Lei e il marito non avevano tanta visibilità dall’epoca in cui Enzo Paolo, all’isola dei famosi, chiese una ciambella per sedersi sulla battigia. Dall’epoca, insomma, in cui anche lui nascondeva un dolce segreto. La presenza mediatica di Enzo e Carmen e la loro ritrovata popolarità sono tali, che due dei loro chihuahua sono entrati in agenzia con Lucio Presta. Carmen Russo incinta è l’ospite jolly per qualsiasi momento tv, dall’oroscopo di Paolo Fox al dibattito sull’Ilva da Lerner. Tocca comunque ammettere che considerata l’età e l’impegno che l’attende, Carmen dimostra un’energia invidiabile, anche in tv. E visto che l’età e un impegno che l’attende ce l’ha pure un altro personaggio, in questo momento, solo che l’energia sprigionata n tv è pari a quella di un bradipo sotto xanax, io al posto di Bersani mi prenderei Carmen Russo come spin doctor.

P.s. Inutile dire che i bersaniani ritengono che in queste 19 gravidanze ci sia un’alta percentuale di brogli. E è altrettanto inutile dire che Renzi ha spento ogni polemica con la sua consueta modestia: “Quali brogli. Sono tutti figli miei”.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website