Navigate / search

Chiaro che la gente non si suicida per uno scherzo…

Chiaro che la gente non si suicida per uno scherzo telefonico del genere e che c'era sicuramente altro che non andava nella vita della povera infermiera che s'è suicidata. L'unica cosa su cui riflettere è che come notavo in questi giorni la curiosità nei confronti dei reali inglesi è ben oltre la morbosità: è follia pura. Con i risvolti del caso. E i risvolti sono, tanto per dire, che l'infermiera è la seconda vittima di questa morbosità. La prima si chiamava Diana. Sono morte, certo, non per colpa dei paparazzi nè di due deejay australiani. Ma sono entarte in un ingranaggio malato.

Leave a comment

name*

email* (not published)

website