Navigate / search

Silvia Slitti: come si cresce il figlio di un calciatore

Silvia Slitti, mamma e mitica moglie del giocatore del Milan Giampaolo Pazzini, che ho intervistato ora su M2o, dice esattamente quello che ho pensato io oggi quando ho sentito la Fico. “E comunque se ti alzi e vai a lavorare, la prima classe eventualmente gliela puoi pagare anche tu, madre, a tuo figlio”.
Silvia Slitti, moglie del calciatore del Milan Giampaolo Pazzini e general manager di Silvia Slitti Luxury Events, commenta così le dichiarazioni di Raffaella Fico sulle eventuali discriminazioni che subirebbe la figlia Pia se non potesse viaggiare in prima classe come gli altri figli di calciatori: “Io non potrei mai dire una cosa simile, anzi, cresco mio figlio senza ricordargli che è il figlio di un calciatore. Altro che prima classe, io a Roma lo manderei anche in motorino, viaggio spesso in prima ma anche in seconda classe e se non c’è posto pure in piedi. E poi se non avessi un marito calciatore, la prima classe gliela potrei pagare io, visto che lavoro e sono indipendente. Mio figlio non lo porto neanche allo stadio, cresce con altri valori, per esempio più che del padre è fan del nonno che è un artigiano: fa il cioccolato. E poi in seconda classe mica ci viaggiano i figli dei pescivendoli che comunque sono lavoratori seri, ci viaggiamo tutti, così come in prima non ci viaggiano solo i figli dei calciatori!”.

Comments

CARMEN
Reply

STAVA ANDANDO NBENINO, SE SI RISPARMIAVA LA BATTUTA DEI PESCIVENDOLI…CLASSISTA CELATA DIETRO UNA MASCHERA DI PERBENISMO!

Leave a comment

name*

email* (not published)

website