Navigate / search

Barbara Berlusconi: la mia eroina

Se rinasco voglio essere Barbara Berlusconi. Anzi, lo esigo.

Se la metempsicosi non è un’opinione, in questa vita ho espiato tutti i debiti karmici sedendo in salotti accanto a Pierluigi Diaco, condividendo anni preziosi con fidanzati convinti che la fedeltà fosse un dovere solo del dolby surround, avendo il metabolismo più lento della parlata di Letta e ritrovandomi con un figlio che vede solo film giapponesi degli anni ’50: direi che ho tutto il diritto di rinascere terzogenita di Silvio Berlusconi.

Continua