Navigate / search

Mp3

Chi volesse ascoltare la puntata di ieri sera di “Senti chi sparla”, può scaricarla QUI. (cliccare su “free”) La puntata di stasera è sui PETTEGOLEZZI. Se avete curiosità sui gossip del momento o volete raccontare i pettegolezzi più interessanti o divertenti che girano nel vostro quartiere, in ufficio, in città o in paese scrivete a lamezzanotte@rai.it, selvaggialucarelli@gmail.com o lasciate un commento qui sotto. Si commenterà anche la puntata di stasera de “La Talpa” alla quale stasera per ovvi motivi non posso partecipare. p.s. Alle 14,00 sono all’Italia sul Due. Mo’ basta comunicazioni.

Ma tu guarda ‘sto cafone

Stasera, a mezzanotte, debutta il mio nuovo programma radiofonico su Radio Due. E’ tardi, lo so, ma è una vita che guardate le interviste di Marzullo, per cui non fate tanto quelli che “io la sera un pasto frugale, un’occhiata alla tv ma solo se c’è un buon film altrimenti meglio un bel libro e comunque mi corico presto perchè la mattina ha l’oro in bocca”. Ok? Ricordo che la puntata di stasera di “Senti chi sparla” avrà come tema principale l’argomento “Ma tu guarda ‘sto cafone!”. Se avete proposte e suggerimenti sul tema, ovvero la vostra classifica personale dei cafoni vip e non, delle categorie lavorative più cafone, dei look cafoni, dei matrimoni cafoni, dei cafoni in cui vi siete imbattuti, delle abitudini e degli atteggiamenti più cafoni che vi vengono in mente, mandate il tutto all’ indirizzo di posta elettronica selvaggialucarelli@gmail.com (o più semplicemente lasciate un messaggio qui in fondo) Se invece volete intervenire telefonicamente in trasmissione su questo argomento, prenotatevi all’indirizzo lamezzanotte@rai.it Ospiti previsti stasera: Costantino Candida Morvillo (Vanity Fair) Max Bertolani Silvie Lubamba Max Parodi Barbara Ronchi Della Rocca (sì, Costantino pagherà anche per Interrante. E Barbara Ronchi Della Rocca ci svelerà un particolare inedito sulle babbucce di Flavio Briatore)

Voglio il blog di Magalli

Ricevo e pubblico (dopo aver chiesto il permesso al mittente, mica si fanno le scorrettezze qui. A parte sciocchezzuole tipo registrare le telefonate e metterle sul blog, ovviamente): Cara Selvaggia, sono Magalli e volevo ringraziarti del resoconto dell’isola che mi hai dedicato. Era così bello che sono disposto, per gratitudine, non solo a cambiare i pannolini al tuo pupo, ma anche i pannoloni a tuo suocero. Ho riso molto e sono dispiaciuto che l’Isola, come tutte le cose belle (la Peste nera, l’Inquisizione, la Spagnola, il Nazismo) debba finire. Mi mancheranno i vocaboli estratti a sorte sul dizionario di Simona, gli aggiornamenti su emorroidi e dissenteria, la presenza di Antonella Elia, piacevole come un cactus nelle mutande, ma soprattutto mi mancheranno i tuoi commenti. Non credo che la vita (e la TV) ci priveranno di altri spunti, ma l’Isola ci mancherà. Se potrò ti ascolterò volentieri alla radio, anche se sarà come farsi spiegare la Gioconda a voce. A presto e grazie ancora. Giancarlo Magalli P.S. Meluzzi (lo psicologo dell’Italia sul due), come sai ha una doppia vita. La sera si traveste da criminologo Dr. Bruno e va da Vespa a parlare di Cogne. Ogni tanto gli si impicciano le idee. Ora sostiene che il pigiama insanguinato era di Enzo Paolo Turchi. Bisogna capirlo.

Facciamo rosicare Maria

Signori, da questa sera la sottoscritta ha una missione. No, non si tratta di convincere l’unica anitra selvatica colpita da influenza aviaria in Italia a planare sulla spallina di Maurizio Costanzo e a beccarlo dolcemente sulla coccia pelata. E’ un altro tipo di missione.

C’è un ragazzo che soffre. Un ragazzo che mi ha chiesto aiuto via email perchè cerca disperatamente di sapere chi diavolo sia quella ragazza vista in foto su internet due anni fa. Lui, Francesco, mi scrive: “Cara Selvaggia, ho la foto di una ragazza iscritta ad un concorso di bellezza su internet tempo fa e vorrei rintracciarla. Vorrei conoscerla perchè sono più di due anni che ce l’ho nella testa e ogni volta che mi capita di vedere le sue foto mi prende una sorta di malinconia, vorrei sapere chi è, cosa fa e se è bella dentro così come lo è fuori. Se riuscissi ad aiutarmi te ne sarei davvero molto grato…” Io, che dopo la nascita di mio figlio mi commuovo pure quando Gianni Sperti, a “La Talpa”, con l’occhio umido ricorda i tempi in cui la Barale l’ha accannato per Degan, leggendo l’appello ho avuto un moto di tenerezza. Insomma, ho deciso di dare una mano a questo ragazzo. Pubblico le foto della ragazza misteriosa. Se sapete chi è scrivetemi al solito indirizzo selvaggialucarelli@gmail.com In effetti è assai carina, per cui sono anche piuttosto preoccupata all’idea che alla fine non la cercherà più solo Francesco, ma un migliaio di navigatori ingrifati. Fate girare la voce. Non dico di stampare la foto e di incollarla al pino sotto casa accanto all’appello della vecchietta che cerca il chihuahua pezzato con gravi problemi di salute smarrito al parco la domenica di Pasqua. Però insomma, diamo una mano a Francesco. Se scopriamo chi è la ragazza misteriosa prometto che il primo incontro tra lei e Francesco avverà qui sul blog. Metto perfino una taglia sulla testa della ragazza: i miei amatissimi due cuscini rossi a forma di cuore ikea ritratti sullo sfondo del mio blog a chi scopre l’identità della tizia. Aiutatemi a fa’ rosicà la De Filippi, forza. ECCOLA: Sempre lei in un’altra foto.

L’isola dei famosi (settima puntata)

(scrivo quest’articolo fortemente sollecitata da Giancarlo Magalli che ho incontrato ieri all’Italia sul due e mi ha cazziata di brutto per non aver scritto il consueto riepilogo della puntata de “L’isola dei famosi” mercoledì scorso. Ovviamente, in cambio, oggi mi viene a cambiare i pannolini al pupo.) Che la puntata di ieri sera avrebbe preso una piega interessante s’era già intuito dalla mirabolante premessa della conduttrice: “Stasera ne vedremo delle belle perché i nostri concorrenti non si sono mai fatti outing viso de visu!”. Ora, io ho seguito tutta la puntata e non ho visto nessuno fare outing viso de visu né dedicarsi ad altre pratiche yoga ma magari è successo quand’ero in bagno e allora chiedo scusa in anticipo se in questo resoconto mancheranno dei passaggi importanti.

Sul vestito della Ventura questa volta c’è ben poco da dire: chi ha trovato discutibile la scelta di indossare un abito con delle farfalle di stoffa applicate sulla tetta sinistra sbaglia di grosso. S’è trattata infatti di una precisa scelta metaforica degli stilisti Dolce e Gabbana i quali hanno pensato alla farfalla perché ha due giorni di vita come il futuro professionale di Daniele Interrante. E su Interrante direi che non c’è molto altro da aggiungere se non che immediatamente dopo aver specificato che lui in italiano a scuola andava benissimo, è riuscito nella fantozziana impresa di dichiarare con una certa spocchia: “Se qualcuno mi DASSE dei suggerimenti!”. Inutile dire che il suo ex-professore di italiano di cui aveva fatto nome e cognome pochi secondi prima della dichiarazione, è sparito dalla sua abitazione intorno alle undici visibilmente agitato. Purtroppo, pare che attualmente i vigili del fuoco stiano dragando il fiume che scorre poco lontano da casa sua. Ma passiamo a raccontare quello che è stato il vero fatto della serata. Dimenticate per un attimo la telefonata della Lecciso. Dimenticate le esternazioni della Elia e i momenti comici con Zequila. Il vero colpo di scena della puntata, quello che mi ha fatto saltare dalla sedia è stata la notizia che Maurizio Ferrini ha in progetto un film internazionale. Ora, io non so di cosa si tratti ma una cugina di secondo grado di Arbore in un’intervista a “Focus” ha rivelato che Maurizio girerà il terzo sequel di “The Ring”: pare che la trama non subirà grandi variazioni, a parte il fatto che al malcapitato di turno arriverà la notizia della sua morte sempre via telefono ma dalla raccapricciante voce della signora Coriandoli. Sempre a proposito di scoop cinematografici, apro una piccola parentesi per dire ai lettori che non è carino mandarmi mail in cui mi si fa notare che Maria Giovanna Elmi sarà pure in gran forma come dice ma somiglia in maniera impressionante alla sposa cadavere di Tim Burton. Ripeto. Non è carino. Anche perché Maria Giovanna è talmente forte che gli altri concorrenti la prossima settimana faranno ritorno in Italia mentre lei rimarrà lì. La sovrintendenza archeologica domenicana infatti, l’ha inserita tra i monumenti di interesse storico assieme alla cattedrale di Santa Maria e alla Torre dell’Homenaje. Inevitabilmente, si è poi tornati sulle presunte molestie sessuali di Maurizio Ferrini ai danni dell’ex miss Italia Arianna David. La sottoscritta è in grado di chiarirvi la faccenda una volta per tutte perché ha parlato con un autore che ha assistito alla scena ( e che desidera rimanere anonimo perché teme la furiosa vendetta di Mirigliani). Ferrini ha provato a toccare Arianna, è vero. Ma non c’è riuscito. La ragione è semplice: la sua mano destra è passata da parte a parte come in “Ghost”, tant’è che il povero Ferrini ha perso l’equilibrio franando letteralmente su Elena Santarelli la quale gli ha urlato in preda alla disperazione che lei un figlio frutto di uno stupro non lo terrà mai.

Nota dolente della serata è stata sicuramente l’assenza causa influenza di Massimo Caputi. Vi svelo un retroscena. Gli autori sono stati a lungo indecisi se far indossare una polo color crema al totem e spacciarlo per Caputi, ma poi hanno concluso che la Ventura se ne sarebbe senz’altro accorta perché il totem avrebbe preso la parola più spesso di Caputi, per cui hanno deciso di dire la verità. Devo dire che la sua assenza s’è sentita parecchio, soprattutto tra i concorrenti per i quali Massimo è un prezioso punto di riferimento. S’è visto chiaramente che erano disorientati: ieri sera la Elmi non sapeva a chi chiedere il permesso per andare in bagno e nessuno ha messo la paraffina alla fiaccola destra. Ad ogni modo hanno fatto bene a far scorrere più volte il sottopancia con l’avviso che Caputi non era presente causa malattia perché alle nove e un quarto di sera, qui a Roma, già c’era già un capannello di gente sotto l’ambasciata dominicana e i più esagitati lanciavano sassi alle finestre del console perché dicesse la verità sulla sua assenza. Da sottolineare poi la presenza di Alfonso Signorini tra gli opinionisti ha fatto salire di parecchi punti il nostro paese nella classifica delle nazioni in cui c’è maggiore libertà di stampa: finalmente anche “Chi”, giornale che ha sempre avuto un atteggiamento inspiegabilmente omertoso nei confronti di Simona Ventura e dei suoi programmi, giornale che ha sempre dedicato la copertina, l’editoriale, i trafiletti e la sezione fotografica alla conduttrice ma che ad agosto si è sempre rifiutato categoricamente di allegare alla rivista i braccioli con la scritta Super Simo , finalmente darà alla Ventura lo spazio che merita. Parliamo ora dell’eliminazione della David, avvenimento che tutta l’Italia ricorderà come il più sconvolgente e drammatico per il paese dopo l’assassinio di Moro e il terremoto in Irpinia. Intanto va detto che lei s’è convinta di essere uscita perché è meno famosa di Ferrini. E certo. Proprio ieri “People” l’ha inserito nella lista dei personaggi più popolari del mondo subito dopo George Bush e Madonna. A parte questo, la vera notizia di rilievo è che per ragioni di ordine pubblico, il capo della protezione civile Guido Bertolaso ha diramato il seguente comunicato: la protezione civile raccomanda la popolazione di non prendere iniziative tali da mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini. Per questa ragione, nella giornata di martedì, tutti coloro che desidereranno “prende’ a pizze la signorina Arianna David” sono pregati di non accalcarsi presso l’area arrivi internazionali dell’aeroporto di Malpensa, ma di rispettare le seguenti disposizioni, così da poter accontentare il legittimo desiderio di ogni singolo cittadino: coloro il cui cognome inizia con una lettera compresa tra la a e la f possono attenderla presso gli studi dell’isola dei famosi in via Mecenate il giorno 16 novembre. Coloro il cui cognome inizia con una lettera compresa tra la g e la p possono aspettarla di fronte alla sua abitazione romana dal giorno 17 in poi. I cittadini il cui cognome inizia con una lettera compresa tra la q e la zeta possono prenderla a pizze ‘ndo capita capita. L’azione può essere accompagnata da vivace e colorito turpiloquio purchè non in presenza di minori. E comunque lasciatemelo dire: l’uscita di Arianna lascia un vuoto terribile su quell’isola. Ci mancheranno la sua innocente genuinità , il suo sincero altruismo, la sua amicizia disinteressata. Proprio ieri sera, se ci avete fatto caso, è stata l’unica concorrente a salutare Caputi a nome del gruppo. Poi la Santarelli le ha ricordato che Caputi non faceva le nomination e lei ha aggiunto: “Ah giusto, allora il pelato schiattasse pure!”, ma sono quei particolari che ce l’hanno fatta amare fin dall’inizio. Sul caso Albano non mi dilungherei un granchè. Una grandiosa Antonella Elia ha rivelato che lui, dietro le quinte, le avrebbe detto schifato: “Tu puzzi, le persone come te fanno tutto per far parlare di sé e ora me ne vado perché la puzza è forte!”. Lui rimane basito perché chiaramente lo sputtanamento pubblico non se l’aspettava, e la Ventura con quali parole commenta il fatto? “Io questo Albano zen lo adoro.” E Signorini aggiunge: “E’ socratico!” Se le cose stanno così allora Marilyn Manson è un monaco shaolin e Socrate, prima di morire, deve aver sfanculato gli ateniesi e i libri di filosofia omettono il fatto da secoli.

Ma la cosa veramente comica è che in seguito alla telefonata della Lecciso in cui lei lo ha accusato di non averla sposata nonostante i due figli, Albano risponde un innocuo: “Hai deciso di percorrere la tua strada, auguri!” e la Ventura, inginocchiandosi ai suoi piedi, gli chiede di evitare per rispetto nei confronti dei figli. Non ho ben capito. In pratica se dico a uno che puzza sono zen e se dico “auguri” a qualcuno mio figlio è autorizzato a denunciarmi al telefono azzurro? Zequila, è innegabile, ci ha regalato dei momenti indimenticabili. Dopo aver dichiarato di aver ritrovato la spiritualità con la faccia di quello che è in piena trasfigurazione, aver aggiunto di essersi elevato a tal punto che San Gaspare gli ha concesso due miracoli e aver ricordato quali sono i valori importanti della vita, la conduttrice gli domanda: “Lasci l’isola con una ricchezza in più, vero? Cosa vuoi dire come ultima frase?” E mentre uno è lì che dallo Zequila redento s’aspetta un “Porgi l’altra guancia!” o “Polvere siamo e polvere ritorneremo”, lui fa: “Beh, spero che gli addetti ai lavori s’accorgano di questo viso e di questi occhi!” Maurizio Ferrini non ha detto nulla di memorabile, a parte l’averci chiarito che se uno spende e spande molto probabilmente vuol dire che vive una forma di depressione. Ora così devo pure avere il dubbio che Briatore non sia stronzo ma depresso. Chiudo con le solite perle della serata. Simona Ventura: “I due nominati hanno un’ immagine alterna”. “Papa Uitila”. “L’isola è il teatro moderno. Tutto ci scavalca sopra, ci sopravvola!”

Periodo mistico

E’ un’impressione solo mia o stasera, da Celentano, un Santana insolitamente spirituale ha detto più o meno le cose che ha detto Zequila ieri sera a proposito di San Gaspare? (a parte “spero che gli addetti ai lavori si accorgano di questa faccia”, per fortuna)

I vincitori di “Come lo chiamo?”

Come anticipato,il titolo della mia nuova trasmissione su Radio Due mi è stato suggerito da alcuni lettori di questo blog. Se devo essere sincera, io ne avevo scelto un altro, ma siccome tocca fare i conti con i gusti del “capo”, anzi, della “capa”, alla fine s’è optato per la seconda scelta. (che comunque mi piace, sia chiaro) Il programma, che parte lunedì 14 da mezzanotte in poi, si chiamerà “Senti chi sparla”. I vincitori del concorso “Come lo chiamo?” sono dunque: Mamoru Chiba Gianmarco R. Luisa Rolentola (che aveva proposto anche il mio nome preferito in assoluto) Messaggio per i vincitori: per la visita sul set della Eminflex, l’appuntamento è al piazzale degli autobus di Monterotondo Scalo lunedì 13 novembre alle quattro del mattino. Durante il viaggio è prevista una piccola dimostrazione di batterie di pentole vendute in abbinamento alla spazzola puliscitappeti a quattro turbine. Chi non acquista nulla viene abbandonato alla prima colonnina dell’sos non funzionante. p.s La prima puntata di “Senti chi sparla” avrà come tema principale l’argomento “Ma tu guarda ‘sto cafone!”. Se avete proposte e suggerimenti sul tema, ovvero la vostra classifica personale dei cafoni vip e non, delle categorie lavorative più cafone, dei look cafoni, dei matrimoni cafoni, dei cafoni in cui vi siete imbattuti, delle abitudini e degli atteggiamenti più cafoni che vi vengono in mente, mandate il tutto all’ indirizzo di posta elettronica selvaggialucarelli@gmail.com Se invece volete intervenire telefonicamente in trasmissione su questo argomento, prenotatevi all’indirizzo lamezzanotte@rai.it

The winner is

Qualche giorno fa vi avevo chiesto di suggerirmi un nome per il mio nuovo programma radiofonico su Radio Due. Ebbene, vi anticipo che c’è un vincitore. Anzi, più d’uno. Stasera pubblicherò i nomi di coloro che si sono aggiudicati la visita sul set della televendita Eminflex con Raffaello Tonon e Patrizia Rossetti che illustreranno dal vivo le irresistibili caratteristiche del materasso anti-affossamento. ( mi raccomando, verificate anche la robustezza di quelle che mia zia chiama “toghe” in legno)