Navigate / search

Tutto Selvaggia minuto per minuto

Stasera a partire dalle ore 21, rigorosamente su questo post, la web-cronaca diretta della puntata de “La Fattoria”. Opinionisti previsti (spunteranno nello spazio commenti): Akille (L’Achiller Application), Elena Redaelli (TvBoomerang), Malaparte (TvBlog), Anna Lupini (Reality Blog), Latteementa (l’avvocata con le pere), Fulvia Leopardi (bloggirl of the week) ed EgoSconnesso (blogboy of the week). Non mancate! NB: Ricordatevi che per commentare è necessaria la registrazione a Typekey (non spaventatevi, è facile e veloce)
Create polls and vote for free. dPolls.com La webcronaca (live) Ore 21,12: Buonasera a tutti i web-spettatori della Fattoria. Ovviamente il programma non è ancora iniziato, io ed il mio collega dj Gavatta ci stiamo cibando di muschi e licheni (non siamo certo dei Vissani) e preparando al puntatone odierno. Dal Marocco mi giunge voce che il sergente Ricciarellen stia tramando le peggio cose per spedire in nomination una tra Selvaggia e Jennifer. Si dice che abbia barattato una fornitura annua di boxer & canotte pulite per la premiata ditta Montàno-Noè in cambio di un paio di nomination. Misconoscendo il regolamento ha provato ad intortarsi anche l’inviato Salvi. Riuscirà a convincerli? Forse Salvi? Ore 21,25: Primo rvm della serata: il riepilogo della settimana. Il montaggio è clamorosamente pro-Ricciarelli: viene ignorata completamente l’intelligente reazione della Nostra. Formidabile il Pernarello in versione hard-rock fanculeggiante contro la Leopolda, una chicca d’altri tempi. Potevan decisamente far di meglio. Inutile l’ingresso di Orlando Portento con il consueto “triccheballacche” che ci ha pesantemente stracciato i maroni. Una domanda mi sorge spontanea: com è che in questo programma rischio quotidianamente la distruzione dei testicoli? Ore 21,35: Secondo rvm: dopo il primo pro-Ricciarelli è la volta del pro-Leopolda. Completamente ignorate le pesanti esternazioni dell’attore, tipo la sempreverde “Mi sono scassato o’ c… di stare qqqua co’ voi!”, viceversa sono mostrati tutti i confessionali in stile “vi faccio un pò pena con la mia ipocrita umiltà”. Se non altro in questo filmato si vede lo sfogo dell’arrogante Kationa, sempre più arrogante e piena di sè “Ce l’ho solo io, voi avete degli arbre-magique!”. Delle considerazioni di Selvaggia però nemmeno l’ombra. E qui rischio seriamente uno sfogo pernarelliano hard-rock… Ore 21,45: Barbara D’Urso patteggia evidentemente per gli anziani del reality e sentenzia: “Clemente non ha paura di niente, Selvaggia Lucarelli cerca lo scontro continuamente”. Continua la recita di Kationa che cerca di conquistare il pubblico serale con frasi fatte e falsità madornali come addirittura “Mi piace la cacca, la spalo anche in città!”. Selvaggia risponde: “Oggi sono stata aggredita da Katia, mi ha dato della madre snaturata perche sono qui invece di stare a casa! Katia ha un atteggiamento negativo nei confronti delle donne, è gentile solo con gli uomini.” E’ rissa tra le due generazioni. Ore 22,00: Sorpresona per la Petrarolo: per la prima volta nella sua vita parla con Boncompagni senza l’ausilio dell’auricolare. Sono soddisfazioni. Badate bene: le lacrime seguenti non sono per la lettera della figlia, ma sono di coccodrillo (una nuova essenza made in Nonèlarai). Pubblicità: come promesso, corro a fare una pisciatella. L’ANGOLO DEGLI OPINIONISTI: Fulvia Leopardi: “le patatine 5 – 10 minuti, dipende da un sacco di fattori. girale, sennò si bruciano!” Spero non dipendano dalla Ricciarellen. Achille: “Boncompagni con Pamela. Che bel momeeentooo… (non fate battute)”. Troppo tardi ahahah. Elena Redaelli: “Katia Ricciarelli: “Non ho paura di invecchiare, se no non sarei qua” Peccato che alla nostra Selvaggia ha dato della “Donna in carriera egoista, e madre snaturata”. Se non invidiosa la Kationa è alquanto misogina”. Abbasso Ricciarellona! Lupina: “Please don’t goEgosconnesso: “Alessia fabiani è intelligente e profonda quanto un vasetto di Fruttolo” Ore 22,18: Un amico e/o parente dei Cugini di Campagna svela il mistero: “Vi stamo sempre a’ guardà, stamo in campagna!”. Ah, ecco perchè si chiamano così. Se fossero nati in cucina si sarebbero chiamati Cugini di Lasagna? Vabbè. PAMELA ELIMINATA. Il cugino It di Campagna piagne come un regazzino “na spremuta de emozioniii aò!”. L’amichetta Pameluzza se ne va di corsa con il vestito delle grandi occasioni, elegante come una Selen qualunque. Ore 22,34: OSCAR “BEST TRASH-MOMENT 2006″: Il mitico Ivanone di Campagna offende la Leopolda, rea d’aver speso fintissime parole d’amore per l’eliminata Petrarolo: “Nun te ne puo importare un c… de sta porazza, do va! la fattoria era tutto per sta regazzina aò! sei finto, c’hai rotto er c… co’ sti monologhi de mmmerd…! Sob, prot..”. Il resto del gruppo se la ride, Montàno vomita ma gli piace. La Ricciarellona ammette: “Che programma di merd..”. Selvaggia ti voglio un sacco di bene. Resisti. Ore 22,44: Mi rifiuto di vedere il filmato della prova. Conto su di voi. Su Rai1 si chiude il duellone Maroni vs Bertinotti. Clemente Mimun è diventato un disco inceppato e chiude il collegamento come ieri sera: “Mi è costato molto starmene zitto, buonanotte!” Lo dicesse mai qualche cantante lirica, una a caso eh… Ore 22,59: Dopo la squallida gag di Vitali, rientra in studio l’amicone Marcus in versione Renegade (cit. EgoSconnesso). Donne in delirio alla vista di cotanto doping, D’Urso eccitata come un cammello con gobbe giraffesche, Tonon idem. Cambio canale di nuovo. LO SPIGOLO DEGLI OPINIONISTI: EgoSconnesso: “Marcus, entrato come un automa programmato per trombare non è riuscito nemmeno a bagnare il biscotto nella tazza più semplice della terra: Alessia Fruttolo Fabiani.” Elena Redaelli: “Markus aveva scambiato la Fattoria per il set di Troppo belli..e difatti la sua partecipazione è stata un flop” Akille: “Posso proporre un limite di 2 minuti e 30 per le nomination con un limite di 30 secondi per la domanda della D’Urso?” Fulvia Leopardi: “D’oh!” e “Ma è vero che costanzo farà ciao ciao con la manina a canale 5?” MOMENTO NOMINATION (tradurrò il pensiero dei nominanti): SELVAGGIA: “Leopoldo minaccia ogni giorno d’andar via, ha reazioni violente e gratuite con tutti. E’ cmq divertente, quindi la convivenza è sopportabile e stimolante”. “Katia non la sopporto più.” e sorridendo dice: “Secondo te Barbara chi potrò mai nominare?” Qui evito di tradurre. Mastellone: Nomino Aldo perchè non me lo da. San Clemente: Contro Leopoldo scelgo Katia perchè mi sta sulle balle. Ricciarellen: Nomino i Cugini di Campagna perchè mi cago sotto di mandar Selvaggia. Mòntano: Mando in nominescion i Cugini di Lasagna perchè li ritengo ridicoli e inferiori. ArcaNoè: Nomino Mòntano perchè piglia più di me e perchè la Rodriguez ha le zizze più piccole dell’Arcuri. Cugini de Campagna: Nominiamo ‘a Ricciarelli perchè ce sta sur curriculum. Topo Gigio Justine: Nomino Katiozza perchè è infelice e non ha rispetto nemmeno per i suoi perizomi leopardati. Ultime chicche della puntata: – Durante un rvm ho sentito “Respect” cantata da Pamela Petrarolo. Mi ha fatto accapponare la pelle. – Alessia Fabiani entra nel vivo del gioco con le sue armi migliori: si porta nel lettone del pascià ArcaNoè. Prevedo schizzi (di rabbia). – Entrano in nomination i due concorrenti più odiati del gioco: KATIA RICCIARELLI vs LEOPOLDO MASTELLONI. Capite adesso perchè non bisogna mai mettersi contro i “Selvaggi”? ;) Grazie a tutti per la partecipazione, buonanotte! Inserisci anche tu il bannerino Pro Selvaggia! Matteo Pedrosi, il Selvaggio mail to: mattpedro81@hotmail.com Blog del Supplente

Riassunto delle puntate precedenti

Giorno 27: SELVAGGIA vs KATIONA Continua la saga del sergente Ricciarellen.

I contadini non sopportano più l’arroganza di Kationa e iniziano finalmente a farsi valere. La spedizione punitiva è capitanata da Selvaggia: “Sono stanca e stufa di subire la prepotenza di questa donna, qui tutti fanno gli struzzi perchè hanno paura di affrontare Katia Ricciarelli, ma per me lei è solo Katia.” La cantante lirica s’inalbera per un urlo di troppo e se ne va a dormire nella stalla: “siete più animali voi che gli animali stessi! quelli sono esseri umani in confronto a voi!”. Il gruppo è totalmente schierato con la Nostra, eccezion fatta per la Leopolda che sta dalla parte di Kationa per partito preso, senza nemmeno informarsi dell’accaduto. Nonostante le offese ricevute, Selvaggia va nella stalla e prova ad instaurare un dialogo con una Ricciarelli ormai piangente (scena da attrice consumata) ma il tentativo è inutile: “Io sono un’artista! Non una sciaquetta come quella Jennifer!” Ultime due perle della puntata: un San Clemente in versione hard-rock fanculizza la Leopolda, dopo gli ennesimi tentativi di difendere la Ricciarelli “Ma vaff…. va! So’ du giorni che provo a parlà e nun ce la faccio!” Il pascià Justine assegna i compiti del giorno: Kationa dovrebbe far le pulizie ma ovviamente non è d’accordo. Con la consueta simpatia risponde malissimo e disubbidisce all’ordine “Io sono un’artista, pretendo rispetto!”. E lei a chi da rispetto? Solo al “campione Montano”? Pippo sei salvo! Giorno 26: RICCIARELLEN TU SEI LA PROSSIMA E’ ufficiale: Katia Ricciarelli ha stracciato i maroni.

Nel bel mezzo di uno scherzone tra Montàno, San Clemente e Selvaggina, l’ex pippabauda si imbufalisce con la Nostra, rea d’aver urlato per due secondi e diciotto centesimi, a causa dellla cameratesca marachella. Il Pernarella se la ride prendendosi tutte le colpe, Jennifer azzarda una risposta ma viene subito zittita dal sergente Ricciarellen. Selvaggia va a sfogarsi in quella specie di confessionale, non prima di aver fanculizzato Kationa col labiale (in origine la Nostra Eroina utilizzava questo metodo per salutare il blog, ma erano altri tempi) poi ammette che non sopporta più i suoi scatti esagerati. Sempre acida e aggressiva con le donne (“Vergognatevi, se fossi stata come voi alla vostra età mi sarei sparata!”) e comprensiva e materna con gli uomini (“Alduccio vieni al calduccio! Francesco vieni che ti pesco!”). Ebbbasta! Ricciarellen, l’hai voluta tu! Sarai la prossima! Matteo Pedrosi, il Selvaggio mail to: mattpedro81@hotmail.com Blog del Supplente

La tensione e i panini si tagliano col coltello

Stasera andrà in onda il “reality” più atteso della stagione tv: la sfida Berlusconi vs Prodi. Ecco i preparativi della vigilia PRODI: Il leader dell’Unione sfoggerà per l’occasione un abito nuovo. Pare che per andar contro ai suoi detrattori che lo taccian d’essere “antico”, Romano indosserà uno spolverino di paillettes (ma sono solo voci). Si narra che non sia nemmeno sceso a farsi due spaghi, accontentandosi di un paio di panozzi del giorno prima con prosciutto e formaggio (avariati?). Rutelli, Fassino e Diliberto l’hanno preparato al meglio consegnandogli “la bomba”, sostanza dopante utilizzata da Fantozzi in occasione della Coppa Cobram (ingredienti: marjuana, valeriana, franceschina, bomb’a mano, tric e trac). Il professor Prodi ha studiato assaje, cercando di dare maggiore attenzione sugli scontri di sabato a Milano: un argomento sul quale i giornalisti affileranno sicuramente i coltelli. BERLUSCONI: Il premier indosserà il solito abito color antracite. Niente paillettes, niente vestiti nuovi. A pranzo ha mangiato le sue solite ostriche & champagne con tartine al caviale e/o salmone. Alla faccia dei panozzi avariati. La strategia di Silvio sarà la solita: “la miglior difesa è l’attacco”. Gattuso e Ambrosini a protezione di Pirlo e Kakà, Shevchenko e SuperPippo Inzaghi i terminali offensivi. Forfait di Dida che sarà sostituito da Gianfranco Fini (sempre meglio che Kalac!). Primo obiettivo del presidente del Consiglio: illustrare il programma della Casa delle Libertà. E qui ricordo con piacere la gag di Guzzanti: “facciamo un pò come c…. ci pare”. Le regole del duello NIENTE PUBBLICO E LEADER SEDUTI: Si prevedono striscioni in curva e semafori agli incroci. Silvio non rimarrà seduto, ma probabilmente non verrà espulso per ovvi motivi. Mimun suonerà la campanella per far rispettare i tempi delle risposte, ma anche per la ricreazione. Romano entrerà con due panozzi del giorno dopo. DOMANDE E RISPOSTE – Le domande – poste dai due giornalisti e non dal moderatore, identiche per i due leader – avranno una durata massima di trenta secondi, le risposte di due minuti e mezzo. Si ahahahah. INQUADRATURA FISSA E NIENTE BIGLIETTINI - L’inquadratura spettera’ sempre e soltanto a chi sta parlando: le telecamere non potranno dunque ‘spiare’ le reazioni sul volto della controparte. Telecamera fissa, manco stessimo guardando Camera Cafè. Patty farà un’invasione di campo col contabile Silvano. Berlusconi e Prodi non potranno portare con se’ cartelline con fogli, disegni, appunti o grafici illustrativi. Il premier si è gia premunito attaccandosi bigliettini sull’orlo dei pantaloni. Il professore si è riempito le mani di insulti gratuiti (suggeriti da Diliberto). Buona visione! Matteo Pedrosi, il Selvaggio mail to: mattpedro81@hotmail.com Blog del Supplente

Bloggers Pro Selvaggia

Da un’idea di quel Bravo di Johnny Sconnesso e in collaborazione con il sottoscritto, parte oggi la campagna Bloggers Pro Selvaggia. Ogni blogger che si rispetti dovrà inserire questa sottospecie di banner nel proprio blog (declino ogni responsabilità per la bellezza dell’immagine). Chi non lo farà, verrà punito dal perniciosissimo “morbo-Garcia Marquez” (che ho coniato oggi assieme a quel mio vomito di cognato). Questa patologia provoca le seguenti conseguenze: nel giro di pochi giorni rimarrete soli come cani di indole solitari, poi passerete settimane senza che nessuno vi rivolga una benchè minima alitata ed infine trascorrerete mesi e anni derelitti, fino ad arrivare ai venerandi “Cent’anni di solitudine” (Gabriel colpisce nel complesso, senza strumento alcuno). Spero d’avervi convinti ;) Forza Selvaggia! Matteo Pedrosi, il Selvaggio mail to: mattpedro81@hotmail.com Blog del Supplente

Non diventerà mai una cazzara

Da anni mi rifiuto di vedere “Buona domenica”, mi sconvolse l’immagine di Massimo Lopez (nella parte del Cangurotto) quando si tuffò su quella chiromante cicciona, allora ospite fissa del programma. In studio fu delirio, a casa mia si cambiò canale e ci si sintonizzò su una tv locale che dava i risultati delle partite di tutti i campionati dilettantistici romagnoli (il presentatore aveva una dizione fantastica, chissà se è ancora vivo). Ma oggi, ahimè, mi sono perso una vera chicca. A segnalarla al mondo intero è il buon Daveblog: Ha resistito contro tutto e tutti, ma io non avevo dubbi. Collegamento col Marocco, a Buona Domenica. Costanzo desidera che i berberi ballino al suono della fanfara di Demo Morselli. La musica arriva con un ritardo di tre secondi, non si capisce niente, è un delirio terrificante. Mastelloni chiede l’esecuzione del “Discosamba megamix”, e viene subito accontentato. Demo attacca e si scatena l’inferno: trenini in studio a Buona Domenica, trenini in Marocco. SELVAGGIA E CLEMENTE SI RIFIUTANO di fare i vagoni. Ballano tutti e lo spazio Fattoria va completamente a meretrici. Mentre la Fabiani si dimena da professionista, Selvaggia resiste – stoica! – e preserva la sua moralità. Grandissima Selvaggia. Rispettato in pieno il Contratto con gli e-lettori

Anch’io ho fatto una promessa: se il sig. Costanzo un giorno mi dovesse invitare a “Buona Domenica” parteciperei al trenino ma lo farei deragliare. E non diventerò mai un cazzaro. Matteo Pedrosi, il Selvaggio mail to: mattpedro81@hotmail.com Blog del Supplente

Che Dio ce la mandi buona!

Una nipote di Bin Laden sarà la star di un nuovo reality show americano. La giovane si chiama Wafah Dufour e sarà seguita dalle telecamere nell’impresa di sfondare come cantante. Stesso sogno del nonno dunque, quello di “sfondare“? Speriamo che la ragazza, cresciuta in America, adotti maniere più soft, senza radere al suolo le case discografiche che non la ingaggeranno. Pare che, appresa la notizia, Giorgino Doppiavù Bush abbia mandato un fax a nonno Bin (o zio?) con scritto: “Caro Laden, proprio ora che va tutto bin, mi mandi questa sorpresin? ma Wafah!”. Quale sarà la reazione di Bin alla lettera di Giorgin? Ma soprattutto, come reagirà quando la nipote verrà mandata in nomination? Aiuto. Matteo Pedrosi, il Selvaggio mail to: mattpedro81@hotmail.com Blog del Supplente

Dall’altra parte della barricata

Cara Selvaggia, ti scrivo così mi distraggo un pò. Io sto bene ma da qualche giorno mi sento un uomo-tetta. Il motivo? Sballonzolo in giro per l’Italia come uno yo-yo, tra una serata carnevalesca e un’ospitata al capezzale di cubiste affrante (o come direbbe Stanlio: al capezzòlo!). Gran parte della colpa è tua, perchè mi hai rispolverato da un armadio del tugurio grandefratelliano e mi hai consegnato il timone del tuo Tettanic. Tranquilla, non lo lascerò affondare, resisterò fino al termine della tua avventura agreste a patto che al tuo ritorno m’insegni a piantar la menta piperita che mi piace tanto.

L’altra sera ho festeggiato l’8 Marzo in una discoteca e per prepararmi all’evento ho ben pensato di seguire i tuoi consigli. Ho seguito alla lettera le tue indicazioni: 1) Io Selvaggia Lucarelli pretendo di festeggiare l’8 marzo, per cui tutti gli uomini che mi gravitano intorno vedano, alla mia apparizione, di sperticarsi in auguri e lodi infinite che rasentino il rito sciamanico….. Ho fatto gli auguri a tutti gli esseri viventi femminili, comprese la piccola cagna Stacey e la pianta carnivora Jennifer del padrone della discoteca (il pechinese sbavava come un lama, ma dicheno che per i cinesi son cose normali). Ho recitato le migliori poesie di Franco Alvisi genuflettendomi dinnanzi ad una sosia di Gegia (ma molto meno sexy), ho cantato tutte le canzoni piu romantiche di Mino Reitano sotto il balconcino delle cubiste (non pensavo che in discoteca si potesse sentire il mare) ed infine ho lodato per un’ora una vecchia guardarobiera romana che fraintendendomi ha risposto “Ah regazzì, chi se loda se sbroda!”. Col capo chino me ne sono andato senza riprendermi il cappotto di Giorgio Armato (non posso far pubblicità). Ieri però ne ho acquistato uno di Gianni Versato (grande Fiore) 2) Se hai intenzione di sorprendere con una botta di originalità la tua compagna regalandole la classica mimosa , evita di ridurti ad acquistarla dal pakistano all’ultimo semaforo prima del tuo isolato alle otto di sera….. Ho evitato di acquistarla all’ultimo semaforo… l’ho comprata al primo. La mimosa ha mantenuto la sua freschezza e quel bel colorino giallo canarino che a voi donne piace tanto. Per l’odore niente da fare, specie dopo la fantastica idea di profumarla con un pò di Chanel numero 5 dimenticato da una nota diva di Hollywood nella mia auto la sera prima (dai scherzo, non è di Hollywood, risiede a Beverly Hills 90210 e non è Brenda). 3) Ricordati, almeno per un giorno, quanto sei fortunato a non convivere con i mille problemi estetici che assillano noi donne. Ricordati che noi resistiamo stoicamente agli attacchi incrociati e terroristici di salutisti, dietologi ed estetiste che spesso e volentieri se ne escono con certezze granitiche e rassicuranti del tipo: “il seno perfetto entra in una coppa di champagne“……… Ho evitato di acquistare delle coppe e ho fatto bere a tutte le pulzelle lo champagne dalla bottiglia. Risultato: tante donne sono rimaste a bocca asciutta e si sono scagliate addosso a me conficcandomi numerosi stuzzicadenti nel torace (residui bellici dell’aperitivo di quattro ore prima). Le più perfide mi hanno lanciato anche i noccioli delle olive impallinandomi come nemmeno fecero in Sardegna durante la preparazione muflonesca (i fedelissimi ricorderanno). 4) Uomini, oggi lasciateci festeggiare in pace….. Più in pace di così avrei creato delle ergastolane. Ok gli stuzzicadenti e i noccioli, ma quando si è avvicinata una nana mascherata da Lady Oscar me la sono fatta sotto e son fuggito come il buon vecchio Harrison Ford con la velocità di Linford Christie. L’autovelox mi ha pizzicato e un’ape invidiosa idem (non era della Piaggio, bensì io piaggia alla gente che piagge). 5) Sopportate anche il fatto che le donne, oggi, abbiano il desiderio di somigliarvi un po’ . Soprattutto nei vostri aspetti più grevi e primitivi. Le cene della festa delle donne sono tra gli spettacoli più rozzi a cui si possa assistere nell’arco di una vita intera. Un tavolata di donne che il resto dell’anno sono considerate miti e rispettabili, l’otto marzo, subisce in un attimo la metamorfosi in battaglione d’alpini bergamaschi…. E’ proprio vero quel che dici carissima. Due tavolate si sono distinte su tutte: l’ala “casalingue disperate” e l’ala “zitelle zitte fino ad un certo punto di non ritorno”. Le casalingue dopo aver ruttato per ore ed ore hanno iniziato ad intonare “Quel mazzolin di fiori” con le mimose appiccicate ai capelli. Le zitelle si sono levate le scarpe col tacco e hanno messo i piedi sul tavolo, commentando le doti dei calciatori più belli con una classe sopraffina (si sarebbero copulate anche Ringhio Gattuso). Alle ore 3,15 me ne sono andato dal locale con una frattura della base del 5° metatarso e un odore di mimosa avariata difficilmente tollerabile da qualunque essere vivente dotato di naso. Un marito preoccupato mi ha placcato all’uscita, sottoponendomi ad un brutale interrogatorio. Mi ha puntato gli abbaglianti della sua Mercedes Modello Sw del 1987 e dopo la confessione mi ha condannato a trentatre anni di reclusione da scontare a casa mia. Matteo Pedrosi, il Selvaggio mail to: mattpedro81@hotmail.com Blog del Supplente

Pettegulezzus interruptus

Sentivate la mancanza del “pettegulezzus interruptus”? No problem. Eccovene uno: “Dicheno che un noto calciatore toscano se la stia spassando clandestinamente con una popolare fanciulla prosperosa già fidanzata. Appuntamento fisso in un hotel della metropoli brumosa, dicheno”. Aiutino: quando il gatto non c’è i centravanti ballano. Matteo Pedrosi, il Selvaggio mail to: mattpedro81@hotmail.com Blog del Supplente

Tanti piccoli supplentìn

Stasera mi perderò la puntata de “La Fattoria” per motivi ferroviari. Infatti mi attende una “vagonata” di arrapate in un locale di periferia, uno di quei luoghi ove pullulano quattordicenni possedute e/o ragazzine-superattack incollate alle caviglie come stretti camperos. Non pensate che mi prodigherò in striptease, lettrici maliziose! Minimo una cantatina, massimo qualche giochetto. Sono le tipiche serate che si concludono con “Gelato al cioccolato” di Pupo o “Com è bello far l’amore da Trieste in giù” (come se farlo in Austria facesse cagare) della Carrà. Astenersi non perditempo. Siccome non riuscirò a vedere la performance di Selvaggia mi aspetto un vostro dettagliato report della puntata (nello spazio commenti di questo post). Ovviamente mi rivolgo a coloro che non verranno a infilarmi banconote nel perizoma (ne ho uno sempre in tasca… anche quando non ho i pantaloni, cioè ho due tasche tatuate sulle gambe). Grazie infinite a tutti i “Selvaggi” della blogosfera per l’eventuale collaborazione e tanti auguri a tutte le donne!

P.S.: oggi Leila, ex concorrente del Grande Fratello, ha dichiarato: “Non sono un trans, ve lo farò vedere io!” Matteo Pedrosi, il Selvaggio mail to: mattpedro81@hotmail.com

Paramnesie da reality

Isola dejà vu Notizia Ansa: ROMA, 7 mar – Al Bano Carrisi tornera’ a Samana’ per partecipare all’edizione spagnola dell’Isola dei famosi. Lo ha rivelato lui stesso a ‘Gente’. ‘Abbiamo cominciato a trattare’, ha confidato Al Bano che aveva dovuto abbandonare l’isola dopo aver appreso che la sua compagna se ne andava di casa. ‘Non potevo fare diversamente, ho dovuto interrompere un’esperienza che mi stava dando molto’. Tornera’ da solo o con la figlia Romina jr? ‘Ne parleremo – ha detto – l’isola e’ una grande lezione di vita’. Se non ricordo male, la dolce figlioletta del cantante pugliese manifestò più volte la voglia di tornarsene a casa e lui ora che fa? Se la riporta con una combriccola di spagnoli sconosciuti? Core de papà! Prevista anche la presenza di Julio Iglesias. Il figlio Enrique fiutando il pericolo del ciclone “propostazze paterne” è scappato di casa. Fattoria dejà vu Come vi ho detto nei giorni scorsi Angela Cavagna rientrerà in Fattoria. Milioni di italiani non vedono l’ora di ritrovarla nella kasbah, altri non la vedono semplicemente perchè non hanno un orologio. Riuscirà l’ex velina più popputa della storia della tv a distaccarsi almeno una settimana dal pittoresco marito? O sarà fatta fuori subito da un “gruppo” già formato? Ma quando mai. Gli screzi aumentano e prevedo una Ricciarelli in nomination. Ocio. Intanto si avvicina l’eliminazione per Jennifer Rodriguez. La quasi ingravidata dall’Arca, fa ingelosire l’ex tronista rintronato pomiciando con lo Schenkenberg (un cognome, un frullatore) cadendo nell’errore che una donna da reality non può assolutamente permettersi: lo pseudo-tradimento. Il pubblico televotante in questi casi è sempre stato spietato. E lo sarà ancora. Music Farm dejà vu Francesco Baccini si prende una piccola rivincita. Partecipa attivamente alla gara di Povia nell’esibizione di venerdì sera e contribuisce alla vittoria finale del brano “Vorrei avere il becco”. Dolcenera, data per favoritissima alla vigilia, si è dovuta accontentare del 2°posto di categoria (dietro alla frangettata Tatangelo). Pare che dopo i festeggiamenti, il cantautore genovese abbia commentato soddisfatto “Ciapa li, ciapa la!”. Matteo Pedrosi, il Selvaggio e_mail: mattpedro81@hotmail.com Blog del Supplente