Navigate / search

Errori imperdonabili

Tra varie idiozie che non meritano replica, leggo, divertita, che io a Sanremo avrei mostrato interesse nei confronti di Daniele Groff e Mario Venuti. Io non solo non ho conosciuto Groff e Venuti ma, Pappalardo a parte, non ho scambiato neppure mezza parola con uno dei cantanti in gara. Neanche un ciao a Reitano.Visto che a riferire l’indiscrezione sarebbe stata una giornalista, beh, mi sa che Crepet s’era sbagliato: a Sanremo s’è stordita qualche giornalista, non qualche cantante.E visto che siamo in tema “pettegolezzi,”, volevo informare il settimanale Eva Tremila che questa mattina mi sono recata presso una caserma dei carabinieri ed ho querelato direttore, vicedirettore, tutta la redazione, il portiere dello stabile in cui sono collocati gli uffici del giornale e gli addetti alle rotative.Così imparate a darmi trentadue anni in una delle vostre didascalie.A titolo di risarcimento pretendo comunque che nel prossimo numero pubblichiate una mia foto a braccetto con Martina Stella accompagnata dalla seguente didascalia: “La giovane promessa Selvaggia Lucarelli a spasso con l’anziana ma ancora piacente attrice toscana.”Grazie.E che non accada mai più.

Google delle Meraviglie

Cari Selvi’s lettorisono Claudio, webmaster di questo sito.Come molti di voi avranno già letto su Repubblica.it gli hackers hanno attaccato di nuovo il celebre motore di ricerca Google. Prima si sono accaniti contro il Presidente del Consiglio con miserabile fallimento e ora contro Selvaggia..provate a ricercare gnocca su Google-Immagini

Mantienimi!

Questo breve post solo per dire che a metà aprile esce il mio libro. Si intitolerà “Mantienimi” ed avrà una copertina sobria quanto questo blog.La presentazione ai venditori l’ho fatta io personalmente ed è avvenuta l’undici settembre presso la Torre Nord del palazzo Mondadori.Un buon auspicio, insomma.

E’ tutto vero

CopertinaEssendo io, notoriamente, una delle donne più belle del basso frusinate, primato a dire il vero pesantemente tallonato da Miss Sorriso Anagni, la rivista di moda Bmm mi ha dedicato copertina e servizio interno. Il tema è “Signs”, ovvero segni sul corpo quali lividi e cicatrici varie. Ci tengo a dire che non si è ricorsi a trucchi ed effetti speciali. Il fotografo ha semplicemente convocato sul set, a mia insaputa, una decina di donne a cui ho sfilato il fidanzato nell’ultimo anno.(il giornale si trova nel nord Italia, le altre foto le pubblicherà il mio fido webmaster tra un po’, appena comincia il suo turno di lavoro. Quando si sveglia insomma.)

Il futuro di Renis

Per coloro che hanno la fortuna di presentare il Festival di Sanremo, una volta terminata la rassegna, si aprono nuove ed entusiasmanti strade professionali.Quest’anno però, oltre che per Gnocchi e la Ventura, è facile prevedere che anche per il direttore artistico di Sanremo Tony Renis arriveranno fiumi di proposte lavorative.Pare anzi che Renis stia già decidendo come riciclarsi, visto che grazie alla sua ecletticità c’è un gran numero di mestieri per cui è sicuramente tagliato.Eccoli:Direttore responsabile di strategie marketing.Renis ha dimostrato indiscutibili doti di intuito e lungimiranza.Ha capito che per battere la concorrenza era indispensabile svecchiare la rassegna , per cui la sua geniale strategia è andata nella direzione di trasformare Sanremo nel Festival dei giovani e per i giovani. Per questa ragione Renis, ha avuto la felice idea di abbassare l’età media dei concorrenti selezionando, tra gli altri, un emulo di Jovanotti, il Dj Francesco.Ieri sera il Festival è stato sonoramente sconfitto dal Grande Fratello che , come tutti sanno, in questa edizione ha subito solo una modifica: l’età media dei concorrenti è stata notevolmente alzata col risultato che i giovani , ieri sera , anziché attendere su Rai Uno l’ingresso sul palco dell’emulo di Jovanotti, hanno atteso su canale 5 l’uscita dalla casa di colui che è stato ribattezzato dalla Gialappa’s Anzianotti.Il prRenis ha una fitta rete di conoscenze internazionali che sono tornate utilissime al Festival di Sanremo. Come risaputo, tutti i grandi ospiti stranieri venuti al Festival hanno accettato di partecipare alla rassegna solo in virtù della stretta amicizia con l’amico Tony. Tutti eccetto Dustin Hoffman. L’attore americano infatti, aveva incredibilmente detto no a Renis il quale commentò il rifiuto così : “ Nonostante le mie amicizie ad Hollywood e le mie innate capacità di persuasione, non sono riuscito a convincere l’amico Dustin , ma del resto è uno che si concede pochissimo”. Hoffman è stato convinto due giorni dopo dal figlio undicenne di un croupier del Casinò di Sanremo via sms col seguente messaggio: “Dustin 6 forte! Xchè non vieni a Sanremo che c’ho una madre cuoca che fa del pesto buonissimo?”Il direttore d’orchestraTony Renis ha annunciato per giorni e con un tono tra il mistico e l’enfatico la presenza, venerdì sera, di Francesco Cafiso, definendolo puntualmente “il Mozart italiano”. Una violinista dell’orchestra di Sanremo gli ha fatto gentilmente notare che Mozart suonava il piano e che Cafiso è un sassofonista jazz, ma lui ha replicato seccato: “Lei pensi a suonare la sua chitarra elettrica e non si intrometta in questioni che non la riguardano.” Il veggenteDopo un appassionato discorso che Renis ha chiuso con la profetica frase: “Mi sono battuto per portare la cultura a Sanremo!” , Simona Ventura, rispondendo ad un giornalista, ha affermato: “Non commenterò i dati auditel se non alla fine, quando potrò fare un CONSUNTO degli ascolti .” Prima che la presentatrice dichiarasse : “Potete andare, la circonferenza stampa è sciolta ”, Renis ha preso la parola e ha liquidato i giornalisti in tutta fretta.Il comicoSempre in conferenza stampa, dopo che Flavio Cattaneo ha sentito con le sue orecchie Tony Renis fare affermazioni del tipo: “Il mio amico Gregory Peck sarebbe qui se non fosse morto!” o anche “Emanuele Filiberto doveva venire ma purtroppo ha dei problemi di calcificazione all’osso del braccio”, ieri, dietro le quinte dell’Ariston , tra le ore venti e le ore ventuno , poco prima dell’inizio di Zelig sulla rete avversaria, il direttore generale ha preso in seria considerazione l’idea di mandare in onda i monologhi di Tony Renis contro quelli di Gabriele Cirilli.A domani.

Segnali di decadenza

Oggi, in sala stampa, un noto critico musicale:”Si vede che il Festival è in decadenza. Anni fa si suicidavano i cantanti, quest’anno hanno accoltellato un portiere d’albergo.”

Dicerie

Mi si perdoni il tono leggermente dimesso dell’articolo di oggi, ma la conferenza stampa pomeridiana del Dj Francesco mi ha duramente provata.Nell’ illustrare la sua ultima fatica discografica infatti, ovvero il cd dal promettente titolo “Bella di padella”, la conversazione è inevitabilmente scivolata sulla ricercatezza musicale di alcuni pezzi contenuti nel disco quali ad esempio “Voglio una tipa” e sulla complessità di alcune strofe di “Era bellissimo”. Particolarmente impenetrabile il significato del seguente passaggio: “ Tu eri l’ape io ero il miele, panna sul budino, foto sopra il comodino, fresca brezza del mattino, il primo squillo sul telefonino.”Un pezzo difficile (come del resto lo sono tutti i pezzi prodotti da quel gran temerario di Claudio Cecchetto) , che difficilmente conquisterà il grande pubblico, ma che ha messo senz’altro d’accordo la critica più esigente, nel senso non c’è un solo critico che non esiga tassativamente il ritiro immediato del dj Francesco dal Festival di Sanremo.Fortunatamente, la conferenza stampa mattutina con Fabrizio Del Noce , Bruno Vespa e Simona Ventura ha avuto toni decisamente più leggeri. Nonostante i dati d’ascolto non proprio incoraggianti infatti, il clima era sereno e le facce dei protagonisti distese e rilassate.Il direttore di Rai Uno, a proposito del calo d’ascolti, ha elencato le seguenti validissime motivazioni: a) la controprogrammazione è stata imponente. b) la partita dell’Inter ha scippato al Festival una grossa fetta di pubblico lombardo. c) Elisa di Rivombrosa ha scippato al Festival una grossa fetta di pubblico meridionale. d) la pubblicità dei pannolini Pampers che ha interrotto la televendita di panche per gli addominali su Rete Oro, ha strappato al Festival una grossa fetta di pubblico sotto i tre mesi d’età. e) la replica di uno speciale sulla cucina calabrese su Tele Ambiente ci ha scippato una grossa fetta di pubblico amante della sopressata sott’olio. f) il medley su Tele Tevere delle migliori canzoni di Lando Fiorini ci ha scippato una grossa fetta di aspiranti suicidi.Infine, dovere di cronista mi obbliga a smentire fortemente una serie di notizie infondate che circolano attorno al Festival .Non è vero che nonostante i cantanti si siano ormai esibiti più volte, il pubblico da casa continua a non riconoscerli. Il primo posto (provvisorio) di Marco Masini , il quale ha portato al Festival una canzone originale e non facile, è indice di un pubblico attento e preparato . E’ il secondo posto di Megane Gale che genera qualche perplessità.Falsissima anche la diceria secondo la quale gli avvenimenti scarseggiano ed i giornalisti sono alla disperata ricerca di notizie di qualsiasi genere. Oddio, un paio di testimoni giurano di aver visto nel retro del teatro Ariston , Luzzatto Fegiz con gli occhi cerchiati di nero implorare un noto pusher di notizie, Gianfranco Agus de “La vita in diretta”, di rivelargli almeno il segno zodiacale della manicurista di Alba Parietti, ma sono stupidi pettegolezzi .Assolutamente false anche le voci secondo le quali gli autori hanno ricevuto l’ordine tassativo dai vertici Rai di non fare alcun riferimento alla politica . Non c’ è stato , ad oggi, nessun caso censura. Oddio, qualcuno sostiene che se ci si munisce di una moneta da dieci centesimi e si grattano le evidenti tracce di bianchetto sulla copertina del cd di Adriano Pappalardo, il titolo “Nessun consiglio” diventa magicamente “Nessun PRESIDENTE DEL consiglio”, ma anche in questo caso si tratta certamente di illazioni.A domani.

Io arruffa-popoli???

Questa mail ha dell’incredibile.Ricevo e pubblico: Dunque, da dove iniziare…aula di una università del sud italia. il protagonista è in piedi e cerca di spiegare ad un gruppo di studenti, incazzati perchè non possono andare ad occupare il rettorato come i loro colleghi, come sia nata e come si sia perpetuata la borghesia…clima surriscaldato dunque, reso ancora più incandescente dalla assoluta tranquillità con cui il suddetto tizio sta tenendo la lezione (la verità è che si è completamemte dimenticato che è il giorno in cui ci si “deve” opporre alla moratti) e quindi va avanti parlando, aggravante!!!, di borghesi…la sua beata innocenza è interrotta dall’irruzione nell’aula di un gruppo di studenti che brandendo vari cartelli lo invitano, si fa per dire, a chiudere la lezione…ora in pieno marasma, mentre realizza che, come al solito, si è dimenticato alcuni particolari abbastanza rilevanti e mentre concorda con se stesso sull’opportunità di usare, finalmente, quella benedetta agenda che gli è stata regalata, da cosa viene colpito??? da un cartello che reca scritto in rosso selvaggialucarelli.it e, più in basso, “indizi in base ai quali si deduce che le vacanze sono davvero finite” con un riferimento alla citata moratti.bene, abbandonata la terza persona, mi chiedo…chi diavolo è questa selvaggia (lucarelli mi ha colpito un pò di meno per la verità)…ho sempre sognato che, se mai avessi subito una invasione di aula da parte di studenti inferociti, avrei subito un processo “proletario” stile 68 con accuse circostanziate relative alla mia partecipazione al processo di massificazione nozionistica delle giovani intelligenze di questo paese…e invece vengo assalito, in assoluta allegria per la verita, nel nome di selvaggialucarelli.itconseguentemente, ritornato a casa, mi connetto al sito in questione e…mi potresti gentilmente dire come si fa a diventare fonte di ispirazione per un gruppo di giovani “promesse” della nostra università?non è che ne faccia una questione di vita o di morte ma mi piacerebbe accrescere il grado di appeal nei confronti delle giovani generazioni… e magari leggere un giorno su un cartello un riferimento a qualche mia frase famosa (per adesso sono attestato su un “sono fiero di appartenere alla razza umana” pronunciato qualche anno fa in occasione di uno spot pubblicitario per l’università in cui mi sono laureato).è un pò poco lo so…ma tant’è! Graziec. il pezzo in cui citavo la Moratti

Asta

Mi hanno appena regalato il cd del DJ Francesco dal promettente titolo “Bella di padella”.Annuncio che è in corso un’asta via web.Il cd andrà ovviamente a chi offre di meno.Si informa inoltre che una volta aggiudicato il prezioso oggetto, il martello verrà battuto direttamente sul cd.